Due anni di Granosalis e un’autoproduzione per festeggiare

tisana_1
Il primo compleanno di Granosalis è passato decisamente in sordina, ma non mi sento di lasciare al secondo la stessa sorte. Forse perché più tempo dedichi a qualcosa e più ti ci affezioni, soprattutto se è frutto della tua creazione.
Sono stata effettivamente io con la mia creatività e la mia voglia di condividere a nutrire questo blog, ma in qualche modo è successo anche l’inverso: è stato anche questo piccolo spazio di rete a nutrire e stimolare la mia creatività e la mia voglia di imparare, sperimentare, comunicare. Me ne rendo conto adesso che sono passati tanti mesi da quel 2 giugno in cui ho scritto il primo post, e con loro tantissime parole, ricette, pensieri, racconti, immagini, esperimenti. Credo davvero che scegliere di condividere abbia alimentato moltissimo la mia curiosità, la mia voglia di fare, la mia voglia di provare sempre qualcosa di nuovo.
tisana_2
Sapete poi qual è una delle cose più belle legata a questo blog? Ricevere i vostri feedback. Mi è capitato di ricevere mail da persone apparentemente molto diverse per età e territorio di appartenenza, che mi hanno contattata solo e unicamente per comunicarmi apprezzamento per ciò che scrivo, oppure per chiedermi consigli rispetto a qualcosa in particolare di cui ho parlato in uno o in un altro post. C’è chi passa di qui col suo cestino del raccoglitore e chi munito di padella e mestolo di legno, chi cerca notizie su una bacca selvatica e chi ispirazioni per nutrirsi con maggiore rispetto del proprio corpo e dei cicli della natura. Qualcuno l’ho anche incontrato davanti alle sponde del lago e con qualcuno ci siamo mancati per un pelo. Con qualcun altro l’incontro è avvenuto prima virtualmente davanti a un cespuglio di rosa canina, per poi concretizzarsi in una splendida casa di pietra e legno ai margini del bosco, tra sorsi di erba mate e piante di aloe vera, proseguendo in quella che sta diventando una bella amicizia.
Poi ci sono gli scambi con le altre blogger, con chi passa di qui a lasciare un suo commento, con chi è ormai diventato una presenza fissa, che ritrovo sempre con grande piacere. Era una parte che non mi aspettavo, e anche in quel caso qualche incontro è uscito dalla rete per concretizzarsi nella realtà, davanti a tazze di tè fumanti circondate da tanti libri. Altri ancora spero si concretizzino presto.
Tutti hanno contribuito in qualche modo a darmi ancora più voglia di continuare a scrivere di cibo, alimentazione consapevole e autoproduzione.

Come non dirvi grazie? Grazie a tutti quelli che passano di qui, grazie a tutti quelli che utilizzano concretamente le informazioni che condivido e a quelli che poi me lo fanno pure sapere, grazie a quei quasi 600 che seguono la pagina facebook, a quelli che lasciano un commento alla fine del post e a chi manda una mail con un feedback. Lo sapete che fa piacere davvero? Se volete scrivermi due righe non esitate, sono contentissima di sapere quello che pensate del blog, positivo o negativo che sia. L’indirizzo è sempre [email protected]
tisana
La categoria dell’autoproduzione e quella delle erbe spontanee sono state sicuramente quelle che mi hanno appassionata di più durante questi due anni. Per le erbe in particolare, si può dire che la passione sia cresciuta quasi di pari passo col blog, che è stato estremamente stimolante per la mia ricerca. Come non conciliare queste due categorie a me così care per festeggiare degnamente questo compleanno? É proprio quello che ho pensato di fare: vi presento, con una certa emozione, la mia prima tisana autoprodotta, composta da erbe spontanee che ho personalmente raccolto, essiccato e poi messo insieme in questa preparazione.
tisana_3
I criteri della perfetta composizione delle tisane non sono così facili da reperire, persino amiche diplomate in erboristeria non hanno saputo aiutarmi. Per l’esatto dosaggio di ogni pianta all’interno di questa tisana devo ringraziare Mayra, una piacevolissima nuova conoscenza di questi ultimi mesi, che mi ha passato la ricetta avuta da un’erborista riminese che, manco a farlo apposta, aveva usato gli stessi identici ingredienti che ho selezionato io per comporre la tisana rilassante che ha insegnato alla mia amica. Poi cercando un po’ in internet ho trovato un libro interessantissimo, che vorrei quanto prima avere nella mia biblioteca, che si chiama “Le tisane terapeutiche. Fonte di benessere”, edizioni Tecniche Nuove. Al suo interno, tra le altre cose, si parla dei criteri di composizione delle tisane, sia dal punto di vista della scuola salernitana che di quella cinese. La prima distingue i rimedi in Cardinale, Adiuvante, Correttore, Complementare, la seconda li classifica in modo molto simile in Imperatore, Primo Ministro, Consigliere, Ambasciatore. Quindi nella tisana c’è un rimedio principale, che svolge l’azione terapeutica più importante per trattare uno specifico problema, e dei rimedi secondari, che a seconda dei casi possono sostenere e potenziare l’effetto del rimedio principale, svolgere azioni secondarie ad esso complementari o mitigarne gli eventuali effetti collaterali.
tisana_4
L’imperatore in questa miscela di erbe è il biancospino, aiutato dalla camomilla e dalla melissa. La scorza d’arancia poi viene aggiunta per dare una nota di sapore più piacevole e armonizzare la preparazione. Ecco, bisogna ammettere che l’arancia non l’ho certo raccolta spontanea nel mio bosco, ma l’ho comprata al supermercato…essendo praticamente impossibile trovare questi frutti allo stato selvatico direi che possiamo passarci sopra, no?
Basta cliccare su ogni nome per andare a leggere i post in cui descrivo ogni singola pianta, le sue proprietà, il tempo di raccolta e le modalità di essiccazione: del biancospino vi ho parlato poco tempo fa, è ottimo per calmare gli stati ansiosi e le tachicardie; anche la melissa l’ho descritta in un post molto recente, distende la muscolatura, calma gli spasmi digestivi e intestinali, favorisce il sonno e il rilassamento. La camomilla è stato il primo fiore spontaneo di cui vi ho parlato qui sul blog, è il fiore rilassante per eccellenza, conosciuto e utilizzato da tutti, da sempre. Per vedere come essiccare la scorza d’arancia potete andare a leggere questo post di un paio di inverni fa, in cui vi ho raccontato dell’autoproduzione dello zucchero aromatizzato agli agrumi.
Se non avete già personalmente raccolto ed essiccato tutte queste erbe potete reperirle in erboristeria e comporre la vostra tisana, seguendo questa ricetta:

// Tisana rilassante //

°° Ingredienti °°

  • 40 grammi di biancospino essiccato, fiori
  • 30 grammi di camomilla essiccata, fiori
  • 20 grammi di melissa essiccata, foglie
  • 10 grammi di scorza d’arancia bio essiccata
Se avete preso i singoli rimedi già pronti in erboristeria, vi basterà metterli insieme seguendo la ricetta. Se avete raccolto voi le piante, abbiate cura di sbriciolare grossolanamente con le mani o con delle forbici la melissa e il biancospino per ridurli a un taglio tisana (dovete spezzettarli, non polverizzarli) e fare lo stesso anche con la scorza d’arancia, tramite un macinacaffè a media potenza.
Una volta miscelate le erbe, conservatele in vasi di vetro al buio o in sacchetti di carta. L’ideale è consumare la tisana entro l’anno, perchè poi i principi attivi iniziano a scemare. Preparatela mettendone due cucchiaini in infusione in una tazza d’acqua molto calda e lasciando riposare 10 minuti prima di filtrare. Con queste quantità otterrete circa 4 vasetti da 250 ml.
Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

15 Risposte a Due anni di Granosalis e un’autoproduzione per festeggiare

  1. Mayra ha detto:

    Che onore la citazione hihihihihi! Tanti Auguri Granosalis, grazie per le tue gustose ricette piene di amore ed entusiasmo che ci fanno venir tanta voglia di cucinare (e raccogliere!). Auguriiiiii!!!!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Grazie tesoro, è un piacere averti qui! La citazione era doverosa, senza di te sarei andata totalmente a caso :-)

  2. Martina ha detto:

    Non sarei mai mancata in una data simile. Per dire grazie a te, che sei la mia enciclopedia di erboristica fatta a persona, per farti gli auguri, per mandarti un grossissimo in bocca al lupo per tutto quello che verrà, per ripromettermi che forse un giorno ci incroceremo tra campi a raccogliere erbe e anche per dirti che queste foto sono stupende e la tisana si materializzerà presto anche nella mia dispensa!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Eheheh, grazie Martina cara. Ho visto proprio poco fa che hai messo questa ricetta nella tua lista di cose da fare…crepi il lupo, e sì, sarebbe bello incrociarci presto in mezzo a campi fioriti anche con te! E grazie ancora per l’enciclopedia erboristica, non sento di meritarlo ma mi onora enormemente…

  3. Francesca P. ha detto:

    Quanto mi è piaciuto questo post… e non solo perchè mi sono trovata “davanti a una tazza di tè circondata da tanti libri” (quando passo davanti a quel posto ci ripenso sempre!) ma perchè hai detto cose verissime che condivido a proposito dello scambio, degli incontri, del piacere di ricevere mail e feedback, della voglia che cresce di essere qui perchè ci sono tante energie positive (e anche un po’ magiche come abbiamo notato!) che sono messe in circolo e stimolano a cucinare, fare la spesa, coltivare, scoprire cose nuove e ovviamente fotografare… e anche qui ci capiamo!
    Festeggiare con una tisana homemade è fantastico, io lo avevo fatto con biscotti e un tè tra amiche, quindi… :-) Ti vedrei benissimo dietro un tavolo di un negozietto piccolo e tutto verde (!) a dispensare prodotti artigianali e consigli, sai spiegare in modo chiaro ed esaustivo, è un dono, sai?
    Buon compleanno al blog e a chi lo cura, siete proprio una bella coppia! :-)
    ps: e che bello pure quel tagliere di legno!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Cara Francesca, tu sei proprio una di quelle presenze fisse che ritrovo sempre con piacere di cui parlo nel post…mi fa superpiacere quello che scrivi sul mio saper spiegare, io che molto spesso mi sento troppo prolissa nei miei articoli. Magari poter accogliere persone a cui dispensare cose buone e consigli, che sia in un piccolo negozietto verde o in un grande giardino zeppo di erbe aromatiche e officinali, tutto intorno a una grande casa con una graaaande e luminosa cucina. Che bello sognare…spero di non smettere mai.
      P.S: Quel tagliere l’ha scolpito la stessa persona che mi ha insegnato a intrecciare cesti :-)

  4. Carlotta ha detto:

    Ma tanti auguri!!! :)
    Grazie per la cura che metti in questo bellissimo blog, uno dei pochi che non manco mai di leggere anche nei momenti più incasinati. Perché anche per me è di grande ispirazione, direi che è un prezioso spazio di nutrimento, non solo strettamente materiale – per quanto…

    L’augurio è di continuare ancora a lungo in questo verdissimo circolo virtuoso che alimenta la creatività tua e nostra.
    Ah, per la tisana mi manca solo l’imperatore…dovrò per forza mettermi anch’io alla sua ricerca! ;)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Carlotta, grazie! Che meraviglia leggere le tue parole, davvero…mi prendo tutti gli auguri senza esitare un istante :-)
      Per l’imperatore…mi spiace dirtelo ma credo ti toccherà aspettare il prossimo anno per raccoglierlo tu stessa, qui da me il biancospino è ormai sfiorito da parecchio e le piante sono già piene di bacche verdi. Però per stavolta puoi procurartelo in una buona erboristeria, in attesa della prossima primavera.
      A presto!

  5. Sweetie-Home ha detto:

    E’ assolutamente necessario festeggiare.
    Facciamo che mi presento alla tua porta con un mazzo di coste di rabarbaro, che dici? Un abbraccio Claudia! :-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Eddai! Magari le prendete insieme tu e Francesca al mercato di Firenze e vi spingete qualche chilometro più giù per portarle nel mio giardino :-)
      Un abbraccio a te!

  6. laura ha detto:

    Belli questi compleanni che servono a festeggiare l’inizio di un’avventura o di nuove passioni!Grazie a te cara Claudia, la vicinanza di tutte le persone che passano di qua e sentono il bisogno di lasciare un segno del loro passaggio dipende sicuramente da te, dal tuo modo di essere e ‘sapere essere sul web’: a mio avviso è quest’ultimo aspetto che fa la differenza tra i tanti blog che affollano la rete e da cui dipende la selezione del seguirne alcuni piuttosto che altri :-) e il tuo è uno di quelli che si frequentano con molto piacere, ti assicuro!Un bacio!

  7. Roberta ha detto:

    Che bello quest’articolo! Adoro le tisane soprattutto quelle con la melissa. Molto interessante la tua spiegazione su come si miscelano.Complimenti davvero! Una domanda. Il vasetto che contiene la tisana, è in vendita? Perchè la trovo davvero bellissima!
    Un saluto,
    Roberta

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao Roberta,
      Grazie grazie grazie! Ci tengo particolarmente a quest’articolo, quindi mi piglio i complimenti molto volentieri :) Il vasetto, ehm, no, non lo è, a dire il vero non ci ho proprio mai pensato. Cioè, in verità ho in progetto di aprire un negozietto etsy con dei miei piccoli prodotti erboristici, la grafica sarà più o meno quella che vedi su questo vasetto, ma devo ancora lavorarci un po’. Spero di farcela entro qualche mese!
      Un saluto a te :)

  8. […] rilassarsi insieme e non solo a San Valentino, una fantastica Tisana (le adoro!), avvolgente e profumata. Trovate questa preparazione e molte altre favolose idee sul […]

Leave a reply