Archivi per il Tag: primavera

Come riconoscere il sambuco buono e come farci una marmellata

marmellata_sambuco_1
É tempo di raccolta per le bacche di sambuco! Per lo meno lo è qui da me, che al sud penso siano già belle che marcite e al nord chissà se ce la faranno a maturare vista la stagione davvero infame che c’è stata quest’anno (tanta solidarietà a tutti quanti, dalla Romagna in su, vi auguro un autunno pieno di sole!). Questa pianta dai fiori meravigliosi e dalle bacche scure e succose è diffusissima in tutta Italia e si può utilizzare per tante preparazioni diverse. Chiunque cerchi informazioni sul sambuco scoprirà facilmente che ne esiste un’altra specie altrettanto diffusa dai frutti molto simili, che sono però tossici. read more

Lasagna crudista facile e buonissima!

Lasagna_crudista
Ciao carissime e carissimi! Mamma mia, sono stata in silenzio un sacco di tempo, questo blog non si è mai preso una pausa così lunga…ma ne avevo gran bisogno, per allontanarmi da questo schermo luminoso (fa male anche a voi? A me sì), per avere meno impegni da rispettare, per tenere la mente più libera e riordinare i pensieri. Ecco, quest’ultimo intento non è che l’abbia proprio realizzato e nella mia testa c’è sempre una gran confusione, ma che faccio, vi tengo lì in sospeso finché non trovo la mia pace interiore? Va a finire che ci facciamo tutti vecchi, e poi come fate tutto quel tempo senza di me? :-)read more

Hummus di ceci e dis-identificazioni

hummus
Quest’estate, per tanti motivi diversi, mi ritrovo a tirare un po’ le somme di ciò che è stato e a cercare di capire come proseguire sulla mia strada nel prossimo futuro. Forse anche questo mi ha tenuta lontana dal blog la scorsa settimana e probabilmente farà lo stesso nelle prossime, complici anche il bisogno di un po’ di riposo estivo e una certa allergia galoppante alla tastiera e agli schermi luminosi.
Non ho mai amato le definizioni, il rinchiudermi troppo in una nicchia, in un ideale predefinito, in un’etica che non fosse completamente personale. Questo non vuol dire non schierarsi o non prendere posizione, ma cercare, in maniera del tutto spontanea, di rimanere al di fuori di qualsivoglia etichetta o totale identificazione in qualcosa. read more

Limonata con infuso di basilico (o di melissa)

limonata_basilico
Per farmi perdonare della lunghezza estrema del post della scorsa settimana, questa volta sarò breve! E non solo per quello…le giornate sono così belle in questo periodo che nel tempo libero ho poca voglia di starmene qui al computer a scrivere, pur avendo la testa piena di idee e di progetti. Non credo mi basterà il tempo quest’estate per pubblicare tutto quello che mi è venuto in mente e dovrò forzatamente rimandarlo alla prossima stagione, quando, è sicuro, altri nuovi stimoli prenderanno il posto di quelli che avevo deciso di rinviare.read more

Muffin con more di gelso bianche

muffin_gelsi_1
Il sole è tornato ad esserci amico proprio a cavallo del solstizio d’estate, regalandoci un clima secondo me perfetto, né troppo caldo né troppo freddo. Si può restare così per altri 6 mesi? Mi sta venendo una gran voglia di mare, ma visto che ce l’ho parecchio lontano e non ho nessuna voglia di farmi oltre un’ora e mezzo di macchina per andare e tornare, che ultimamente in macchina ci sono stata un po’ troppo, mi accontenterò della mia campagna dedicandomi ai raccolti di erbe tradizionali del solstizio, come ad esempio l’iperico, con cui quest’anno voglio fare una tintura madre. In attesa che, calato un po’ il sole, sia il momento di salire in bici e andare a raccogliere i miei fiori, vi passo questa ricetta buona buona. Non mangio molti dolci in estate, che la frutta meravigliosa di questo periodo soddisfa quasi ogni mia voglia, ma le giornate piovose e più fredde delle scorse settimane, insieme ad un raccolto inaspettato, mi hanno riportata verso il forno.read more

Un curry di piselli e patate

curry_patate_piselli
Mi aspettavate? Questo weekend me la sono presa con calma, a dire la verità sono stata piuttosto svogliata e ho preferito passare il mio tempo libero a leggere e pisolare piuttosto che mettermi a scrivere. Allentare la presa sulle scadenze che mi impongo di rispettare mi fa decisamente bene ogni tanto.
É da un po’ di tempo che non pubblico qualcosa di etnico e speziato, mi viene da chiedermi come mai visto che le spezie quasi le metterei pure nel caffè la mattina…sarà che le erbe selvatiche hanno preso il sopravvento sulla mia cucina ultimamente, senza che io facessi assolutamente nessuna resistenza. Fatto sta che io e il cibo speziato andiamo molto ma molto d’accordo, ho una vera adorazione per la cucina indiana e mediorientale e lo spazio delle polverine magiche è sempre stato bello pieno e fornito in tutte le cucine in cui ho vissuto in questi anni.read more

Focaccia alle erbe selvatiche, ovvero quella che doveva essere la focaccia ai carciofi…

focaccia_ex_carciofi_1
…prima che la tirassi per le lunghe e i carciofi scomparissero dai banchi del mercato. Ebbene sì, dopo tanto parlarne ecco la famosa focaccia preparata in occasione del laboratorio a Sapori delle Crete 2014, che dopo essere stata messa da parte per lasciare spazio alle polpette di bucce di piselli e poi al post per i due anni di Granosalis, arriva finalmente su questi schermi, ma menomata di un ingrediente fondamentale. L’avevo scritto a qualcuno nei commenti che a forza di creare tanta aspettativa qualcosa sarebbe andato storto…ma non tutto il male viene per nuocere, perchè, diciamocelo, in una focaccia quello che conta di più è l’impasto, poi dentro ci puoi mettere quello che ti pare, se l’impasto è buono è buono tutto. E allora ho colto l’occasione per rendere selvatica anche questa ricetta, lo sapete che se posso infilare qualcosa di spontaneo in cucina non mi tiro mai indietro, no? read more

Due anni di Granosalis e un’autoproduzione per festeggiare

tisana_1
Il primo compleanno di Granosalis è passato decisamente in sordina, ma non mi sento di lasciare al secondo la stessa sorte. Forse perché più tempo dedichi a qualcosa e più ti ci affezioni, soprattutto se è frutto della tua creazione.
Sono stata effettivamente io con la mia creatività e la mia voglia di condividere a nutrire questo blog, ma in qualche modo è successo anche l’inverso: è stato anche questo piccolo spazio di rete a nutrire e stimolare la mia creatività e la mia voglia di imparare, sperimentare, comunicare. Me ne rendo conto adesso che sono passati tanti mesi da quel 2 giugno in cui ho scritto il primo post, e con loro tantissime parole, ricette, pensieri, racconti, immagini, esperimenti. Credo davvero che scegliere di condividere abbia alimentato moltissimo la mia curiosità, la mia voglia di fare, la mia voglia di provare sempre qualcosa di nuovo.read more

Polpette di bucce di piselli

polpette_piselli_2
Qualcuno, già nello scorso post dedicato alla melissa, si aspettava di veder spuntare la focaccia ai carciofi di cui ho parlato un paio di settimane fa. A qualcun altro nei commenti di quel post ho detto che magari l’avrei pubblicata per il Pasta Madre Day, che per chi non lo sapesse è il 31 maggio, e ora mi trovo a dare clamorosamente buca. Sì, perchè più di un post a settimana, soprattutto in queste settimane, non gliela posso proprio fare a produrli, e come facevo a lasciare indietro questa ricetta squisita di cui vi parlo oggi?! La stagione dei piselli è fin troppo breve e questa chicca ve la dovevo prima che finisse: queste polpettine, oltre ad essere molto ma molto buone, vi permettono di utilizzare ciò che normalmente si scarta in grosse quantità, ovvero le bucce dei piselli. Non sono riuscita a trovare informazioni in giro circa i valori nutrizionali di questi baccelli, ma sono certa che sono ottimi. In ogni caso sono più che commestibili e a livello popolare l’abitudine di cucinarli è ancora abbastanza diffusa.read more

Melissa – Proprietà, raccolta ed essiccazione

melissa_2
Ma quant’è bello maggio?! Io non mi stanco mai di constatarlo, stagione dopo stagione, questo mese mi lascia davvero a bocca aperta. Quel verde che più intenso non si può, quel cielo azzurro pieno, luminoso, le nuvole bianche e contrastate che si stagliano sull’orizzonte, sedute comode e sicure di sé. E la neve…la neve dei pioppi che scende copiosa trasportata dal vento, si poggia dappertutto e colora di bianco le rive dei ruscelli, i margini del bosco, le punte delle spighe di grano ancora giovani e verdi. Quella neve è capace di commuovermi quando mi sorprende venendomi incontro tra i campi aperti e il sottobosco illuminata dalla luce radente del sole del mattino. Me ne volo via con lei, volteggio calma e leggera fino a poggiarmi con delicatezza sui miei sogni più belli.read more