Muesli semplice fatto in casa


Quanto mi fa bene vedere finalmente qualche raggio di sole! Non so dove siete voi e che succede dalle vostre parti, ma qui nel senese il primo giorno di primavera ha portato luce e cielo azzurro, compensato però da un inaspettato e forte vento freddo, che impone ancora sciarpone, guanti e giacca pesante per affrontare il mondo esterno. E fuoco nel camino per affrontare quello interno, se non fosse che, come un’idiota, ho fatto un carico di legna troppo fresca sperando di riuscire comunque ad accenderlo, cosa che invece si sta rivelando impossibile se non dedicandogli, senza sicuro successo, un’ora e mezza di sbrocco. Neofiti del camino e della stufa, non fate il mio stesso errore: se nessuno in giro ha più legna secca da vendere e voi non ne avete nemmeno un pochino rimasta per far almeno partire il fuoco, cercate altre soluzioni. Davvero.

La mia metereopatia non mi reso molto creativa in cucina ultimamente: avrei voglia di raccogliere e cucinare un po’ di erbette, ma va sempre a finire che lavoro fuori quando c’è una bella giornata e da casa sempre quando piove a dirotto, perdendo l’occasione di ritagliarmi dei momenti per uscire un po’ per campi. Nell’attesa di poterlo fare, e nell’attesa anche che la nuova stagione parta davvero, anche con gli ortaggi primaverili, oggi vi propongo un’altra autoproduzione facile facile, ossia un muesli fatto in casa. Un muesli semplice, ma tanto buono, anche perchè a base dei migliori ingredienti che ho potuto reperire.

Ho iniziato ad amare il muesli da quest’anno, quando ho approfittato di una confezione accidentalmente rotta in bottega, diventata invendibile. Fino a quel momento sono stata un’amante della granola, quella roba deliziosa a base più o meno degli stessi ingredienti, ma lavorati in modo da ricavarne degli agglomerati croccanti e goduriosi. Prima o poi preparerò in casa anche quella, ma devo dire che da quando ho provato quel semplice muesli per caso, ho iniziato ad apprezzarlo parecchio, tanto che ho proseguito a mangiarlo anche dopo che la confezione è finita. L’ho voluto però fare da me: avevo in casa praticamente tutti gli ingredienti che mi servivano, sicura che sarebbero stati migliori del mix già pronto. Vi dicevo già qualche tempo fa quanto ami trovare sulle etichette di cose che mi piacciono la percentuale degli ingredienti utilizzati: li replico tali e quali, oppure li uso come base da cui partire facendo poi qualche variazione in base ai miei gusti. In questo caso gli ingredienti indicati sulla confezione erano:

fiocchi d’avena 54%
fiocchi di frumento 25%
uva sultanina 15%
mandorle 2%
semi di girasole – non indicato, ma fatti due conti: 4%

Ho tradotto le percentuali in grammi per ottenerne mezzo chilo, e ho fatto qualche modifica e sostituzione: ho aumentato leggermente l’uvetta, che adoro, e anche le mandorle, che ho tostato prima di tritarle. Ho usato i semi di girasole e i fiocchi d’avena presi al Podere Pereto, e i loro fiocchi di farro monococco in sostituzione di quelli di frumento. Per quanto riguarda le mandorle, ormai in casa non manca mai il bustone da un chilo di quelle pugliesi della Fattoria della Mandorla; per l’uvetta non avevo a chi affidarmi, sono andata su quella di LiberoMondo che vendiamo in bottega, che è buonissima.
Vabbè, inutile dirvi che ho preparato muesli per tutto l’inverno, dopo averlo assaggiato questo autunno. Preferisco sempre, la mattina, mangiare frutta fresca, ma non faccio mai una sola colazione 🙂 Ora poi che la frutta scarseggia, il muesli mi torna ancora più utile.
In sostituzione delle mandorle sono ottime le nocciole, e va bene anche usare solo fiocchi d’avena o solo fiocchi di farro. Variate e fate le vostre aggiunte: il vantaggio di preparare le cose da sé, lo sapete, è proprio quello di farle a propria misura e di poter scegliere la materia prima. In questo caso poi la preparazione è davvero semplicissima, vanno lavorate solo leggermente le mandorle, ma se ne fate in quantità non dovrete pensarci per un bel po’ di tempo.

Ci sentiamo prestissimo e, per chi ci sarà, ci vediamo sabato 24 alle 14.45 al Cipollino Felice di Colle Val d’Elsa per la prima uscita di riconoscimento delle erbe spontanee della stagione: festeggiamo l’arrivo della primavera e pure il ritorno dell’ora legale, c’è modo migliore di farlo che passeggiando in natura? Sì, non farà propriamente caldo, ma il vento si sarà calmato e ci sarà tanto sole 🙂 Prenotate gente che mancano 2 giorni, tutti i dettagli qui.

// Muesli semplice fatto in casa //

°° Ingredienti °°

  • 270 grammi di fiocchi d’avena
  • 125 grammi di fiocchi di farro monococco
  • 85 grammi di uvetta
  • 15 grammi di semi di girasole
  • 15 grammi di mandorle
Tostate le mandorle passandorle per 4-5 minuti sul fuoco a fiamma alta in un tegame d’acciaio: agitate il tegame molto spesso e trasferitele su un tagliere di legno quando saranno dorate e profumate. Se non ne avete voglia, potete anche evitare di tostarle, ma se invece lo fate tostatene un po’ di più e conservatele in un barattolo di vetro, sono buonissime da mangiare come spuntino!
Lasciate intiepidire le mandorle, poi tritatele non troppo finemente con un coltello.
Riunite tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolateli bene e poi trasferite il muesli in uno o più vasi di vetro, da conservare al fresco e al buio.

2 commenti su “Muesli semplice fatto in casa”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.