Archivi per la Categoria: Riso cereali e pasta

Risotto con papavero e alliaria al miso


Dallo scorso 29 ottobre l’orologio nella mia macchina è rimasto lì, avanti di un’ora, sintonizzato sull’orario estivo. Colpa della mia pigrizia, senz’altro, e del mio disordine, ma anche, forse, inconscio desiderio di veder già arrivare il successivo marzo e una nuova primavera. Primavera che è partita più timida quest’anno, con un 21 marzo freddissimo, gelate mattutine che continuano ancora adesso, dita ghiacciate e spalle contratte per il vento forte. read more

La polenta con le cime di rapa – Tradizioni di famiglia


Che sarei stata in ritardo nel pubblicare questa ricetta lo sapevo già quando l’ho preparata, due domeniche fa. Lo sapevo perché me lo stavano dicendo le cime di rapa, mostrandosi già parecchio ramificate e pronte a fiorire, spuntando dal grosso mazzo di foglie legato con un rametto di salice, appena raccolto dagli ortolani al di là del fiume. read more

Farro al pesto di ortica con cavolo nero e petali di topinambur


Camminando, al mattino, sulla lunga salita che da fuori le mura mi porta in centro città, dove lavoro, non me ne sto più riparata all’ombra dei palazzi, ma cerco il sole, lo cerco il più possibile, continuando ad attraversare da una parte all’altra, man mano che la strada curva.
E’ autunno, e non lo percepisco solo nella mia voglia di calore e nelle giornate che si accorciano sempre di più: me ne accorgo dai crochi, gialli e violetti, che adornano i bordi delle strade coi loro colori brillanti, me ne accorgo dai minuscoli, soffici germogli che ricoprono in un fittissimo tappeto verde il terreno sotto l’erba medica, che seppur ancora in forze ha già drasticamente rallentato la sua crescita.read more

Orecchiette di grano arso con pesto alle mandorle fresche e pomodorini confits


Non mi piace il nuovo proprietario dei campi dietro casa. Non mi piace come ha sventrato il bosco danneggiando tanti alberi e arbusti per liberare la strada alle macchine, come ha rivoltato la terra sul sentiero, rendendolo particolarmente scomodo per noi che amiamo passeggiarci, come ha abbattuto quella conifera tenace, che da anni resisteva al vento e alla gravità restando ben radicata a terra pur pendendo a 45° rispetto all’orizzonte. Non mi piace ciò che ha sparso sul terreno, forse più aggressivo ancora di ciò che spargeva il suo predecessore, che rende impossibile la vita per qualsiasi essere vegetale, salvo la specie che lui ha deciso. read more

Risotto con luppolo selvatico e topinambur


Càpita, alle volte, che da un sopralluogo per un corso esca fuori anche un ottimo pranzo selvatico. Esattamente quello che mi è successo mercoledì mattina lungo il percorso sul fiume Elsa che stavo perlustrando per il secondo incontro al Cipollino Felice; c’era una vera profusione di piante, tutte arzille e pimpanti per la primavera appena arrivata: chi esponeva i suoi grossi fiori rosa, come il Lamium purpureum, chi diffondeva nell’aria la fragranza delle proprie foglie, come la bella Glechoma hederacea, che non mi capita spesso di incontrare, chi poi si arrampicava su ogni supporto possibile in maniera caotica ed esuberante quanto aggraziata, un vero piacere per la vista. read more

Vellutata di zucca al curry con cialde di riso nero al cumino

vellutata_zucca_risonero_small
I miei benvenuti ufficiali all’autunno sono due. Uno è il primo succo di melograno, estratto fresco dai frutti appena colti del mio arbusto, che diventa sempre più grande e generoso ogni anno che passa. Appena noto la prima crepa sulla scorza esterna che lascia intravedere il rosso rubino dei chicchi all’interno, capisco che è il momento, l’autunno è davvero entrato nel vivo.
L’altro, che arriva quasi di conseguenza, è la prima vellutata di zucca. read more

Insalata di riso nerone in verde

insalata_riso_nerone_small
Proprio mentre mi dedicavo alla preparazione di questa ricetta, raccontavo ad una mia cara amica romana al telefono di quanto, in verità, non fossi mai stata una grande amante dell’insalata di riso. Mi rendo conto però, e ne ho trovato conferma confrontandomi con lei che aveva avuto più o meno le mie stesse esperienze e sensazioni, che per quanto mi riguarda è stato soprattutto a causa di quello che chiamerei un piccolo trauma gastronomico.read more

Insalata di patate viola e quinoa con maionese di mandorle alla curcuma

patate_viola_maio_mandorle_small
Quante varietà di patate esistono al mondo, ve lo siete mai chiesti? Qui più o meno siamo abituati a vederne 3 sui banchi dei mercati, genericamente chiamate patata gialla, patata rossa e patata bianca. Tempo fa ho scoperto che questa selezione è ben poca cosa rispetto a quelle che vengono effettivamente coltivate, che sono probabilmente più di 3000, e per la maggior parte concentrate sugli altopiani delle Ande, in Perù. Di quanto questa biodiversità sia importante ho parlato più nello specifico lo scorso anno, quando vi ho cucinato questo farro al pesto e pomodorini, raccontandovi anche di come le patate delle Ande abbiano salvato la vita dei popoli nord-europei che ormai dipendevano da questo tubero, quando il suo principale parassita distrusse i raccolti nel giro di pochi giorni. read more

Pad thai verde e un po’ local

pad-thai_small
Mi piace festeggiare i compleanni. Festeggio a malapena il natale, giusto perché c’è la famiglia, la pasqua la aspetto solo per avere due giorni liberi, ricorrenze tipo festa della donna e san valentino proprio non le considero. Ma quando arriva il mio compleanno ho voglia di fare qualcosa di speciale, anche una piccola cosa, come farsi una bella mangiata in compagnia.
Ecco, quest’anno, all’inizio di maggio, avevo pensato di incontrarmi con delle mie amiche romane per un pranzo a Orvieto, cioè più o meno a metà strada tra me e loro. read more

Risotto con zafferano e porcini

risotto_zafferano_small
Se frequentate questo blog già da un po’ avrete ormai capito che spesso propongo una ricetta non tanto per l’originalità del piatto in sé, ma per omaggiare qualcuno dei suoi ingredienti. Magari è per valorizzare una materia prima insolita e speciale, come la melassa di due settimane fa, oppure perchè a quella materia è legato un produttore virtuoso o qualche storia particolare. Come la mia recente conoscenza dello zafferano e della sua raccolta.read more