Vegan pancakes allo sciroppo di melograno

pancakes
Avete presente Pinterest? Quel concentrato diabolico di immagini stupende provenienti da ogni dove? Io, vi dico la verità, cerco di evitarlo il più possibile, perché se inizio a girarci dentro non ne esco più e rischio di perdere le mie giornate a farmi sovrastimolare dalla abnorme mole di informazioni, anche visive per l’appunto, che offre internet, per quanto possa essere eccezionale avere questa possibilità e questa fonte inesauribile da cui attingere per conoscere, prendere ispirazione, studiare o anche semplicemente bearsi delle splendide immagini che vengono prodotte ogni giorno in ogni luogo. Talmente è grande questa ricchezza che alle volte rischia di essere troppa, e almeno per me è sempre necessario a un certo punto dare uno stop e uscire a guardare immagini vere con i miei occhi. Comunque, nella newsletter settimanale che manda Pinterest, da un po’ non facevo altro che vedere colonne e colonne di morbidi pancakes che quasi mi sembrava di poterne sentire il profumo. Sì, fa molto ammmerricano, ma una volta nella vita volevo proprio provare a farli pure io, che mi hanno fatto venire una voglia che ormai non potevo più reprimere. Ho cercato una ricetta vegan, semplice e facilmente replicabile, senza chissà quali ingredienti strani (a parte lo sciroppo d’agave, che se volete potete omettere, ma ormai si trova pure al supermercato) e in effetti è filata liscia come l’olio.
A proposito di immagini bellissime, questo post lo pubblico oggi per dedicarlo a una persona, che gli anni in verità li ha compiuti ieri, ma è tutto calcolato :-). Una persona che di belle immagini se ne intende, che dell’arte visiva ha fatto il suo interesse primario, e che soprattutto ha una gran testa e un bellissimo cuore, che è entrata ieri nel magico (!) mondo dei trentenni…Auguri Chiara! Mentre Chiara se ne sta a svernare in quel di Bruxelles, voi andate a dare un’occhiata al progetto che ha messo su da un paio d’anni nell’entroterra salernitano, la Fondazione Aurelio Petroni, che ha portato l’arte contemporanea in un piccolo centro rurale ai piedi del Parco dei Monti Picentini, tra le mura di un palazzo ricco di storia che porta addosso i segni del tempo, un contrasto bello e interessante. Anche il progetto è a svernare con Chiara e gli altri partecipanti, ma in Primavera tornerà a produrre eventi, creazioni degli artisti internazionali in residenza, mostre, workshop e chi più ne ha più ne metta.
Ti abbraccio Chiara e spero riusciremo a vederci presto e di più, ma questo te l’ho già detto :-)
Non è proprio una torta di compleanno, ma potete renderla solenne con una bella candelina il cima alla torre! Con queste dosi ci fate circa 8 pancakes, non fate caso alle grammature strane, ma ho dovuto fare le conversioni cups-grammi/millilitri dalla ricetta originale d’oltreoceano, che trovate qui, questo è ciò che ne è venuto fuori. La ricetta poi è perfetta per utilizzare lo sciroppo di melograno di cui ho parlato due settimane fa. Come dicevo prima, fare questi pancakes è davvero semplice (capito Caroline? :-)), e se volete proprio americanizzarvi per un giorno, preparateli a colazione per regalare un dolce risveglio a una persona speciale.
pancakes_2

// Vegan pancakes allo sciroppo di melograno //

°° Ingredienti °°

  • 150 grammi di farina
  • 55 grammi di zucchero di canna integrale
  • 235 ml di latte di riso
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
  • 2 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaino di sciroppo d’agave
  • una spolverata di cannella
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • sciroppo di melograno
La ricetta è facile davvero: Miscelate in una ciotola tutti gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito, vaniglia, cannella), poi fate un buco al centro e unite gradualmente gli ingredienti umidi (latte, olio, sciroppo d’agave) mescolando con una frusta partendo dal centro, per evitare la formazione di grumi. Il composto dovrà risultare abbastanza denso, più denso rispetto a quello delle crepes.
Ungete con un po’ d’olio una padella antiaderente sufficientemente grande: versate semplicemente un po’ d’olio su della carta da cucina ripiegata a fazzoletto e passatela sulla padella, poi tenetela vicino per ungere la padella man mano che preparate un nuovo pancake. Versate mezzo mestolo di composto al centro della padella e lasciatelo spandere da sé: dovreste ottenere un cerchio di circa 10 centimetri di diametro spesso circa mezzo centimetro. Mentre il pancake inizia a rapprendersi formando dei buchini in superficie, con una spatolina di silicone alzate delicatamente i bordi per controllare la cottura: quando il lato inferiore inizia ad essere ben dorato, girate con molta delicatezza. Attenzione che non è una crepes, i pancakes sono più spessi e morbidi, quindi un po’ più difficili da girare. Lasciate cuocere un altro paio di minuti e trasferitelo in un piatto.
Andate avanti così finchè l’impasto non sarà finito, avrete ottenuto la vostra bella pila di pancakes caldi, morbidi e profumati. Prendetene uno e mettetelo in un piattino, versateci 2-3 cucchiaiate di sciroppo di melograno e spandetelo per bene, poi coprite con un altro pancake e versate altro sciroppo. Io li mangio così, ma potete anche fare un altro strato, come potete usare lo sciroppo che più vi piace o che vi ritrovate in casa. Io avevo la mia autoproduzione già pronta lì e devo dire che ci sta da dio!

Grazie Gabriele per la tua bellissima mano che versa lo sciroppo :-)

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

24 Risposte a Vegan pancakes allo sciroppo di melograno

  1. Chiara Cat ha detto:

    Che meraviglia!! E che dedica, sono onorata! Appena li facciamo ti mando una foto!

  2. Francesca P. ha detto:

    Ahaha, rido… non parliamo di Pinterest, per me è una droga, non riesco a smettere e diciamolo, mi piace da impazzire! Prendo tante idee e mi tuffo nella bellezza di tante immagini…
    Ho appena postato una ricetta con lo sciroppo d’agave, toh il caso! Era la mia prima volta e devo dire che mi ha convinto, assomiglia al miele che adoro e dolcifica bene! I pancake mi fanno pensare alle colazioni lente e calme delle vacanze, dai che Natale non è poi così lontano… ;-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao Francesca! Sono andata a vederla la tua ricetta, leggerti è un piacere come al solito…a me lo sciroppo d’agave piace molto, costasse meno lo userei più spesso! E anche la tua ricetta fa venire in mente la stessa atmosfera dei miei pancakes…di lentezza e calma ho davvero un gran bisogno!

  3. Daria ha detto:

    Buoni pan-cakes… li faccio troppo poco spesso! Ottima l’idea di abbinarci lo sciroppo di melograno!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Grazie Daria! In realtà ho pensato di fare i pancakes proprio perché avevo preparato lo sciroppo e cercavo dei modi per utilizzarlo…qui è davvero perfetto!

  4. Martina ha detto:

    Vedo bene che non sono l’unica a cui Pinterest fa un effetto nefasto :)
    Però ti devo tire, restando nel tema immagini, che la foto dello sciroppo in cascata è davvero stupenda. Per la ricetta no comment … solo che la farò subitissimo (come lo sciroppo di melograno, che dopo la rosa canina non mi spavanta più niente e nessuno :) )!!!
    Brava brava

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ahahaha! Martina, capiti a fagiolo…ho finito ieri sera di pulire una caterva di bacche di rosa canina! Ti giuro, non ne potevo più e so che mi capisci. Nella raccolta ho avuto un aiutante, ma la pulizia me la sono dovuta smazzare da sola. Ogni anno mi ripeto che è l’ultima volta, poi ci ricasco :-) E comunque tranquilla, sgranare 3-4 melograni per fare lo sciroppo è un lavoro incommensurabilmente più rilassante e veloce e i pancakes si fanno in un attimo.
      Grazie dei complimenti, se non fosse stato per la mano di Gabriele mi sarei dovuta limitare alla seconda immagine! Ma così ha un effetto decisamente più scenografico…

  5. Martina ha detto:

    Poveraaa! Senti per il prossimo anno, perchè tanto sai già che ci ricascheremo entrambe, se sei ancora sola e abbandonata mi offro volontaria! :)

  6. MARI ha detto:

    Non credo di aver mai assaggiato i pancakes: quante cose mi mancano…
    Rimedio al più presto, perchè mi sembrano proprio deliziosi e poi ho una bella scorta di succo di melograno! ;-)

  7. Cesca QB ha detto:

    Beh cavolacciolo ci credo che Chiara è onorata quanda qua che montagna di bontà!
    Quando la temperatura si abbassa è impossibile reistere alla pancakes, dolci o salate che siano. Bellisime foto!!!!
    Oh mi rincuoro a leggere che Pinterest non fa solo a me quell’effetto droga, appena inizi a cliccare qua è là non è più finita, ecco perchè spesso cancello la newsletter senza guardarla. pericolo…e scattano le sirene! ;)

  8. Peanut ha detto:

    Ehehe anch’io sono caduta nella tentazione dei pancakes alla mattina, ma non li sento proprio come qualcosa di familiare o “automatico” (come è invece montare il latte di soia per fare il cappuccino e tuffarci biscotti o fette biscottate dentro); li ho fatti poche volte, e ogni volta programmandolo in anticipo. Le volte che li faccio, così, me li godo proprio ecco, quindi mi piace lasciarli come un’occasione speciale ;)
    Ma con questo sciroppo di melograno sì che devono esser ancora più speciali *.* ha un colore meraviglioso, io mi sa che me lo sogno stanotte!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Beh, sì, anche io li tengo per le occasioni più che speciali, per fortuna da parecchio tempo non ho più voglia di biscotti o farinacei a colazione ma mi sono abituata a mangiare solo frutta…questi pancakes, almeno per me, sono adatti a una domenica speciale, sonnacchiosa e lenta. E sì, lo sciroppo di melograno gli regala davvero qualcosa in più!

  9. La Balenavolante ha detto:

    Ciao Claudia! uhuh anche a me Pinterest fa questo effetto.. e devo dire non solo sulla cucina (!!!).. poi c’è molta gratitudine per questo mezzo, che per quanto mi riguarda è stata una porta per aprire orizzonti e sbirciare mondi lontani, soprattutto nella preparazione dei dolci, che seppur vegan, rimanevano per me ancora molto ancorati alla tradizione. Per esempio i muffin, cupcake, la cheese cake, la red velvet, sono alcune tentazioni a cui ero arrivata ‘quasi’ immune finchè non sono finita davanti alla vetrina dei dolci su Pinterest. E da lì ho scoperto un mondo, fatto spesso anche di ingredienti nuovi.. i pancakes non li ho mai provati, confesso, ma più li vedo e più mi viene voglia di cimentarmi. Grazie per aver postato questa meraviglia! Tra l’altro adoro sgranare i melograni almeno quanto mi piace scoppiettare gli imballaggi.. quando raggiungerò i livelli di Tutte le manie di Bob spero qualcuno mi fermi! buahahhaha bacioni

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao Balenavolante!
      Ma infatti, come dicevo nel post, a me è stato proprio Pinterest che ha fatto venire voglia di pancakes…non ci avrei mai pensato altrimenti, chi li aveva mai fatti!
      Il paragone tra sgranare il melograno e scoppiettare gli imballaggi mi fa scompisciare :-D
      Bacioni anche a te e a presto

  10. AnLullaby-Fotogrammidizucchero ha detto:

    Non sai quanto comprendo il discorso su Pinterest, è per colpa sua se faccio tardi la sera…ahah! Questi pancakes sono magnifici!!! E le foto incantevoli, complimenti di cuore per il tuo blog, davvero ammirevole!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao AnLullaby, grazie e complimenti anche a te per il tuo, che non conoscevo…che idea hai avuto! E’ un bel lavoro scovare tutte quelle ricette dentro i film! La prossima volta che ne vedo uno in cui si cucina ti penserò, magari ti mando una mail :-)

  11. Simona ha detto:

    Li amo. Ma se li preparo la sera prima la mattina dopo sono commestibili? Ho voglia di farli ma la mattina non riesco mai ad organizzarmi….

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Mmmmm…non te lo consiglio. Io ho provato e perdono molto, non che non si possano mangiare, ma non sono la stessa cosa. L’ideale è mangiarli appena fatti, non riesci a prepararli nel weekend? Sennò provali come dessert invece che per colazione!

Leave a reply