Un curry di piselli e patate

curry_patate_piselli
Mi aspettavate? Questo weekend me la sono presa con calma, a dire la verità sono stata piuttosto svogliata e ho preferito passare il mio tempo libero a leggere e pisolare piuttosto che mettermi a scrivere. Allentare la presa sulle scadenze che mi impongo di rispettare mi fa decisamente bene ogni tanto.
É da un po’ di tempo che non pubblico qualcosa di etnico e speziato, mi viene da chiedermi come mai visto che le spezie quasi le metterei pure nel caffè la mattina…sarà che le erbe selvatiche hanno preso il sopravvento sulla mia cucina ultimamente, senza che io facessi assolutamente nessuna resistenza. Fatto sta che io e il cibo speziato andiamo molto ma molto d’accordo, ho una vera adorazione per la cucina indiana e mediorientale e lo spazio delle polverine magiche è sempre stato bello pieno e fornito in tutte le cucine in cui ho vissuto in questi anni.
Questa sarà forse l’ultima ricetta a base di piselli della stagione, che l’estate è alle porte e i baccelli iniziano a scarseggiare. In ogni caso la mia ultima visita da Marcello e Lucy si è conclusa con un bottino davvero niente male, tra cui una megabusta di piselli freschi. Gli ho lasciato anche non pochi soldi, che pure le loro ciliegie, vi assicuro, sono di quelle per cui vale la pena spendere (ma perchè nel mio giardino i proprietari hanno piantato alberi così inutili?! Scusate, avete ragione, nessun albero è inutile, ma in un giardino come si deve ci vanno gli alberi da frutto, eccheccavolo!). Ma in compenso ho fatto razzia nei loro campi ancora da pulire e riseminare, che in questo momento sono pieni di ogni ben di dio che la terra spontaneamente regala. Il terzo raccolto di camomilla della stagione (e gli altri due li avevo fatti sempre lì da loro) è finito in un oleolito, che lascerò maturare al sole del mattino per un mesetto.
oleolito_camomilla
Gli altri due precedenti erano già da tempo finiti nell’essiccatore e in parte erano confluiti nella mia buona e profumata tisana autoprodotta. Oltre alla camomilla mi sono portata via un bel mazzetto di portulaca, che sta arricchendo non poco le mie insalate e che spero possa attecchire nei miei vasi, dove ho provato a trapiantarne un po’.
portulaca
Se ho abbondato con l’acquisto dei piselli è perchè so che probabilmente la settimana prossima non ci saranno più. Se vi ritrovate anche voi con tanti piselli da smaltire, magari perchè avete un orto, o perchè ve li regalano o se come me avete voluto farne scorta prima che finiscano, un buon modo di conservarli è metterli nel congelatore. Ci sono due modi per farlo, a seconda di quanto tempo avete intenzione di conservarli.

CONGELAMENTO A CRUDO: Questo è il metodo più rapido, ma anche quello che non permette una lunga conservazione: usando questa tecnica i piselli vanno consumati entro 4-6 settimane. Basterà sgusciarli, sciacquarli bene, lasciarli asciugare e poi metterli in congelatore. La cosa migliore è farli congelare in una grossa teglia senza sovrapporli tra di loro e una volta pronti riunirli nei sacchetti: in questo modo resteranno ben separati gli uni dagli altri. Se come me avete un freezer minuscolo e al momento strapieno di cibo per il mio cane, mettete direttamente i piselli nei sacchetti, magari facendo piccole porzioni.

CONGELAMENTO CON SBOLLENTATURA: Se scotterete i piselli in acqua bollente prima di congelarli potrete conservarli per diversi mesi: con l’alta temperatura gli enzimi e i batteri che lentamente degradano il cibo vengono neutralizzati e questo vi permette di tenerli in freezer anche per diversi mesi. Portate a bollore una grossa pentola d’acqua, sgusciate e lavate i piselli e poi immergeteli, pochi alla volta, nella pentola. Riportate a bollore e scolate dopo 1-2 minuti. Immergete subito i piselli in acqua ghiacciata, poi fateli asciugare e procedete alla congelazione seguendo le indicazioni del metodo a crudo qui sopra.

In questo modo potrete godervi questa ricetta anche quando la stagione dei piselli sarà finita!
E per utilizzare anche i baccelli, ricordatevi queste polpette :-)

// Curry di patate e piselli //

°° Ingredienti °°

  • 750 grammi di patate
  • 150 grammi di piselli
  • 2 cipolle medio-piccole o cipollotti freschi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 cucchiaini di semi di senape gialla o nera (per me nera)
  • un cucchiaino di zenzero in polvere
  • un cucchiaino di curcuma
  • un cucchiaino di cumino in polvere
  • un cucchiaino di garam masala
  • una punta di cucchiaino di pepe rosso di cayenna
  • 5 centimetri di alga kombu
  • qualche foglia di menta fresca
  • 300 grammi di riso basmati
  • olio e.v.d’oliva
  • sale marino integrale
  • pepe nero
In una padella ampia o in un wok fate tostare i semi di senape un paio di minuti. Quando iniziano a scoppiettare unite l’olio, l’aglio ben tritato, la cipolla affettata finemente e un pizzico di sale, coprite e lasciate rosolare qualche minuto a fiamma bassa. Pelate le patate, tagliatele a dadini di un centimetro di lato e aggiungetele alla padella insieme a tutte le spezie.
Mescolate bene le patate alle spezie, poi aggiungete 130 ml d’acqua, coprite e cuocete per 15-20 minuti mescolando di tanto in tanto. Controllate la cottura, le patate devono essere tenere ma non sfatte. I piselli andranno aggiunti negli ultimi 3-5 minuti di cottura se sono freschi, o dopo i primi 5 minuti se sono congelati. A fine cottura salate, pepate e guarnite con menta fresca tritata a piacere.
Accompagnate il curry con un riso basmati al naturale: mettete il riso in un pentolino, aggiungete acqua pari al doppio del suo volume e lasciate cuocere fino a che l’acqua non sarà stata assorbita. Salate quando l’acqua bolle e controllate spesso la cottura per evitare che il riso attacchi troppo o per controllare se ha bisogno di altra acqua. Ci vorranno 10-15 minuti per un basmati bianco e 30-40 minuti per uno integrale. A fine cottura unite un filo d’olio e mescolate.

La ricetta è tratta dal libro “Il vegetariano gourmet” di Jane Price.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

8 Risposte a Un curry di piselli e patate

  1. Francesca P. ha detto:

    Ieri sera mi era venuta voglia di spezie e ho preparato coppette di lenticchie rosse con curry, curcuma e coriandolo… quindi leggere oggi questa ricetta mi fa capire che non sono la sola a sentire la mancanza di certi sapori, dopo un po’ che arrivano in tavola! Sono felice di vedere anche la portulaca, ricordi quando ne avevamo parlato? Ho in archivio anche un’insalata preparata a suo tempo, quando l’avevo trovata in un mercato… ma ora so che forse potrò attingere dalla tua pianta, se crescerà come spero! Ho letto che è infestante e si espande facilmente, poi mi darai notizie!
    Questo post è pieno di informazioni e contenuti, ne condensa almeno tre… mi piaci così generosa… :-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      In realtà è sul blog che ne sentivo la mancanza, perchè in tavola ci sono spesso! M’hai fatto venire voglia di lenticchie rosse…
      La portulaca sì, è piacevolmente infestante, quindi spero proprio che colonizzi il mio vaso! Vorrei spargere anche qualche seme in giro per il giardino, anche se non credo sarò ancora in questa casa la prossima primavera, ma non si sa mai, ti farò sapere! E chiaramente puoi venire ad attingere dal mio vaso quando vuoi :-)

  2. MARI ha detto:

    Ho ancora dei piselli in congelatore (devo fare altra scorta prima che finiscano): anch’io adoro le spezie e questo curry mi sembra buonissimo!!!
    Lo sai che la portulaca è nata spontaneamente fra il mio basilico! che ci fai? prossima ricetta di autoproduzione? sono curiosa! ;-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Mari, che bella sorpresa una portulaca che si intrufola tra le tue piante! Io principalmente la metto nell’insalata o in mix di verdure crude, stacco le cimette fogliose dal fusto principale, ma ho in progetto anche una conserva, chissà se ce la faccio…spero di poter soddisfare la tua curiosità!

  3. laura ha detto:

    Ciao Claudia, pensa un po ho patate e piselli e questi ultimi congelati… però erano quelli freschi, praticamente la tua ricetta al curry sembra scritta per me!a questo punto non resisto e siccome la tua battuta sulle spezie mi ha fatto sorridere ti dico che se vuoi trovare un abbinamento possibile prova a schiacciare sotto i denti una capsula di cardamomo dopo il caffè!;-) un bacio!

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Laura, ma allora questa settimana abbiamo scritto l’una per l’altra! Peccato però che io, invece, non riesca più a trovare le fave per sperimentare il tuo meraviglioso maccu :-(
      Riguardo al consiglio speziato…ti confesso che il cardamomo è una delle poche spezie che mi crea problemi. Lo uso ma con molta parsimonia e insieme a mille altri sapori diversi, ha un’aroma per me un po’ repellente. Però come posso fare a meno di provarlo dopo il caffè? Mi hai incuriosita troppo! Un bacio a te

  4. Elisa Betta ha detto:

    Ciao e complimenti davvero per il tuo blog!!! Adoro raccogliere le erbe spontanee e conoscere impieghi e proprietà, ma soprattutto usarle in cucina!! Sbirciando qua e là ho trovato un sacco di idee interessanti a questo proposito.. grazie!
    P.S. Mi sono ovviamente segnata alla newsletter! :-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao Elisa Betta, che piacere ricevere il tuo commento! Quando qualcuno capita qui in cerca di erbe e di modi per utilizzarle sprizzo gioia da tutti i pori…quindi grazie a te per avermi comunicato il tuo entusiasmo! E per esserti iscritta alla newsletter, dovresti già iniziare a ricevere notizie domani, che pubblico una cosina buona…

Leave a reply