Archivi per il Tag: approfondimenti

Archeologia Arborea e una crostata di frutti antichi

mele
La prima volta che sono andata a visitare il posto splendido di cui vi parlo oggi era fine agosto. Sono partita da casa di mattina presto per arrivare alla stazione di Arezzo, caricare in macchina Jessica, mia sorella d’anima e appassionata erborista, con il suo amico Stefano, guida turistica estremamente curiosa e piantatore di alberi, e dirigerci verso San Lorenzo di Lerchi, vicino Città di Castello in provincia di Perugia, dove si trova l’antico casale sede della fondazione Archeologia Arborea.read more

Il Podere Pereto (finalmente!) e un’insalata di Monococco

pereto_1
A volte sono scioccata da me stessa. Questo articolo ce l’ho in programma da oltre un anno e mezzo e lo scrivo solo oggi. Non c’è un vero perché, semplicemente sono naturalmente dotata di una certa maestria nel procrastinare le cose, tanto che se facessimo una gara sono quasi certa che batterei la maggior parte di voi. In attesa di diventare maestra in qualcosa di più produttivo, mi dedico finalmente a questo post lasciato troppo indietro, che se prometto qualcosa, prima o POI, la mantengo :-)
Il Podere Pereto ve l’ho già nominato molte volte, visto che i loro ottimi prodotti finiscono spesso nelle mie ricette. É un’azienda agricola biologica e agriturismo che si trova a Rapolano Terme, in provincia di Siena; coltiva cereali, legumi e ortaggi prediligendo varietà locali e antiche. read more

Come riconoscere il sambuco buono e come farci una marmellata

marmellata_sambuco_1
É tempo di raccolta per le bacche di sambuco! Per lo meno lo è qui da me, che al sud penso siano già belle che marcite e al nord chissà se ce la faranno a maturare vista la stagione davvero infame che c’è stata quest’anno (tanta solidarietà a tutti quanti, dalla Romagna in su, vi auguro un autunno pieno di sole!). Questa pianta dai fiori meravigliosi e dalle bacche scure e succose è diffusissima in tutta Italia e si può utilizzare per tante preparazioni diverse. Chiunque cerchi informazioni sul sambuco scoprirà facilmente che ne esiste un’altra specie altrettanto diffusa dai frutti molto simili, che sono però tossici. read more

Tintura madre di rosa canina – Autoproduzione di Dicembre parte prima

rosa_canina_2013
L’avevo già fatto, quest’anno, il mio raccolto di rosa canina. Nonostante l’anno scorso, se vi ricordate, dopo aver fatto quest’esperienza la prima volta avevo detto che non sapevo mica se l’avrei rifatta. Ma poi ho preso coraggio, mi ci sono messa con stoica pazienza, ho raccolto, pulito, essiccato e ho fieramente tappato i miei barattoloni di cinòrrodi essiccati, miniera di vitamina C e antiossidanti. Ero soddisfatta e contenta del risultato, potevo anche togliermi il pensiero dalla testa. Poi una mattina, durante una delle mie passeggiate con Urano, l’ho visto. Il più bell’arbusto di rosa canina mai incontrato, con delle bacche enormi, rosso vivo, perfette. Una tentazione troppo grande, soprattutto considerando il fatto che un’altra idea di autoproduzione mi stava frullando nella testa ormai da un paio di settimane. E quale idea fosse, non c’è bisogno neanche che ve lo dica, se siete entrati qua dentro.read more

L’importanza della condivisione consapevole

schermata_fb
Da quando i social network hanno iniziato a diffondersi, ho scelto subito di rimanerne fuori e di non farmi risucchiare da quel vortice che per me rubava solo energia, togliendo tempo a molte altre cose che avrei potuto fare invece di stare attaccata allo schermo a farmi i fatti degli altri e a lasciare che qualcun altro si facesse i fatti miei. Quando poi, circa un anno fa, ho aperto questo blog, ho capito che dei social non potevo fare a meno, perché in quanto a strumenti di diffusione di massa di contenuti in questo momento hanno pochi rivali, sono davvero eccezionali, tant’è che ricevo più visite dai social che dalla newsletter che arriva a chi è iscritto quando pubblico un nuovo post. Piano piano ho iniziato a capire il funzionamento di facebook, che è lo strumento che uso più di tutti, e anche a usarlo non solo per la diffusione dei miei contenuti, ma anche per la ricerca di informazioni che mi interessassero e mi fossero utili, selezionando le pagine o i profili da seguire. Sfatando un mio iniziale pregiudizio, mi sono resa conto che anche da questo punto di vista può essere un ottimo strumento, ma veramente ricco di insidie.read more

Rivoluzione Verde e Primavera Silenziosa

diserbante_5
Oggi niente ricette, ci facciamo due chiacchiere. Che cucinare è tanto bello e divertente, ma ogni nostro pasto quotidiano, per quanto semplice possa apparire, implica delle scelte e quelle scelte vanno prese con consapevolezza perché hanno delle conseguenze, per noi stessi e non solo.
Partiamo dalla foto qua in alto, che ci introduce a uno dei più tristi spettacoli che è possibile vedere nelle aree coltivate in ogni parte del mondo tra il raccolto e la semina, qui in Italia in autunno e in inverno. In primo piano c’è un campo diviso a metà da una linea netta, da un lato una coltivazione di alberi da frutto con prato incolto visibilmente verde, dall’altro un campo di un colore strano, tra il rossiccio e il marrone-arancio. Ho imparato in quest’ultimo anno che quello è il colore dei campi trattati con erbicidi chimici. read more