Un curry di cavolfiore strepitoso!

sorry_no_pic
Lo so, questa è una vera eresia per un blog di cucina. Pubblicare un articolo con dentro una ricetta e non metterci nemmeno uno straccio di foto…sono cose che proprio non si fanno. Io però questa settimana ho cucinato e fotografato talmente tanto che non ce l’ho proprio fatta a dedicarmi anche a questo piatto. E poi ho un sacco di avanzi da mangiare, mi metto mica a preparare altro solo per poterlo fotografare, no? Beh, in verità l’ho fatto varie volte, solo che, lo ammetto, non ne avevo proprio voglia.
Quindi, fermo restando che la foto arriverà non appena preparerò di nuovo questo piatto, per ora ci metto una pezza. Perchè di scrivere invece ho voglia, e poi la stagione del cavolfiore volge al termine (finalmente!), quindi non posso aspettare troppo per condividere questa squisitezza che ancora si presta benissimo a scaldarci per bene in queste ultimissime serate invernali, specie ora che sta cadendo tutta questa pioggia.read more

Mezzelune dolci alle albicocche

mezzelune
“Qualche volta il destino assomiglia a una tempesta di sabbia che muta incessantemente la direzione del percorso. Per evitarlo cambi l’andatura. E il vento cambia andatura, per seguirti meglio. Tu allora cambi di nuovo, e subito di nuovo il vento cambia per adattarsi al tuo passo. Questo si ripete infinite volte, come una danza sinistra con il dio della morte prima dell’alba. Perché quel vento non è qualcosa che è arrivato da lontano, indipendente da te. È qualcosa che hai dentro. Quel vento sei tu. Perciò l’unica cosa che puoi fare è entrarci, in quel vento, camminando dritto, e chiudendo forte gli occhi per non far entrare la sabbia.”
(Haruki Murakami)read more

Piccola guida alla raccolta delle erbe

Gemme di Prunus Pissardi

Gemme di Prunus Pissardi

Finalmente è arrivato Marzo, l’inverno ha le ore contate e la natura se ne sta già accorgendo, complici le giornate di sole bellissime e calde di queste ultime settimane, che si alternano però ad altre ancora fredde e uggiose, almeno dalle mie parti. In quei giorni il silenzio della campagna è incredibile, tutto sembra immobile e senza vita, ma avvicinandosi agli alberi e agli arbusti le gemme sono ben visibili, con tutto il loro potenziale di vita pronto a esprimersi, in attesa solo dell’inclinazione giusta dei raggi solari, del calore necessario e della fase lunare propizia.read more

Sale aromatico agli agrumi

sale_aromatico_agrumi
Buongiorni a tutti, cari i miei lettori! Vi ho un po’ trascurati ultimamente, lo so, mi dovete scusare. Ho preso un po’ troppo treni, percorso un po’ troppe autostrade, sono stata dietro a un po’ di problemi e scadenze e in tutto ciò mi sono pure beccata la febbre, che non mi veniva da…boh? Anni!
Lungi dall’essermi fermata, che il periodo è frenetico, torno un po’ a farmi rivedere qui sul blog, dove già si respira una gran voglia di primavera, di cui credo inizieremo a parlare già dalla prossima settimana, che io dell’inverno mi sono davvero stufata quest’anno, come in realtà succede ogni anno a febbraio. Basta freddo, basta umido, basta cavoli, basta gelate mattutine, basta raccogliere legnetti e accendere il camino. Però degli agrumi non mi sono ancora stancata, anzi, di solito è proprio alle fine dell’inverno che inizio a bere spremute d’arancia. read more

Vellutata di carote viola allo zenzero

vellutata_carote_viola
Scusate la latitanza, ma ho avuto un po’ di difficoltà ad organizzarmi questa settimana. Per varie ragioni da qualche giorno sono a Milano, all’ottavo piano di un megacondominio di periferia, decisamente un bel cambio rispetto al mio abituale nido campagnolo. A parte portare giù il cane la sera prima di dormire, che quando ci si abitua ad avere il giardino è uno sbattimento infinito, mi sento un po’ come nella celletta di un enorme alveare fatto di cemento armato, circondata da centinaia di altre apine che svolacchiano vorticosamente di qua e di là. La città ha però i suoi lati positivi per una che si è abituata alla vita di provincia. read more

Detersivo per il forno con cenere di legna

camino
La casa in cui vivo è piccolina, molto scomoda per certi versi, con i muri talmente sottili che la mattina posso sentire la pipì del vicino scendere goccia a goccia mentre ancora dormicchio nel mio letto, una cucina decisamente essenziale e poco luminosa, un freddo d’inverno che se adesso vi dico quanti gradi ci sono quando mi sveglio vi prende un colpo. Ha dei difetti, ma anche dei pregi, in particolare uno, comune ad altre case in cui ho abitato dopo aver lasciato Roma: il camino. No, dai, quant’è bello il camino? read more

Burro di mandorle fatto in casa

burro_mandorle
Sono di poche parole ultimamente, forse perchè passo troppo tempo al computer ad arrovellarmi il cervello e ingobbirmi sullo schermo per modificare il codice del futuro nuovo template di Granosalis. Nonostante lo sbrocco che mi viene quando non riesco a fare delle cose, cercando disperatamente la dicitura giusta per spostare più in alto o più in basso quel box newsletter maledetto, con la finestra di Firefox aperta per esplorare il codice e altre 15 finestre che affacciano su forum di smanettoni, provo un insano piacere quando riesco magicamente a muovere un certo elemento, cambiare colore a un altro, allineare il testo di qua o di là. read more

Biscotti friabili senza zucchero

biscotti_sugarfree
Questa ricetta è per Francesca, che è da poco approdata qui e che sulla pagina facebook di GranoSalis, oltre ad avermi fatta gongolare dichiarando il suo innamoramento per il blog, mi ha chiesto se avessi pubblicato ricette di biscotti semplici senza zucchero, che voleva cucinare per la sua bambina. E resami conto che non ce n’era neanche l’ombra nella categoria dei dolci, ho deciso di rimediare subito e di tirare fuori qualcosa di buono, che magari oltre a lei può interessare pure a qualcun altro.read more

Polenta taragna con verza e cannellini

polenta_taragna
In questo inizio 2015 io e il grano saraceno siamo andati parecchio d’accordo. La sua ottima farina è riuscita addirittura nell’impresa di farmi piacere la polenta, che non ho mai amato. Il mio lui, che di origine è sì pugliese, ma è nato e cresciuto a Milano, me ne tesse le lodi da sempre, ma io ancora adesso in quel miscuglio di acqua e farina di mais non riesco a trovare granché. Da lui ho preso molto più volentieri le tradizioni culinarie pugliesi, e se mi seguite da un po’ vi ricorderete i post della serie Puglia Mon Amour, parte prima, seconda e terza. Vuoi mettere la polenta con le orecchiette?read more

Pane di grano saraceno

pane_saraceno
Mi piace gennaio.
Il suono del suo nome, questa sua aria di nuovo inizio, il suo essere così essenziale. La stagione della caccia finalmente prossima alla fine, i nuovi progetti che sotto terra già si muovono, i grossi rami spogli delle querce illuminati dal rosso del tramonto.
Mi piace questo gennaio toscano, il vento freddo che ha spazzato via ogni residuo del vecchio anno per lasciar penetrare in profondità i raggi del sole, sempre presente in queste giornate sotto zero.read more