Muffin con more di gelso bianche

muffin_gelsi_1
Il sole è tornato ad esserci amico proprio a cavallo del solstizio d’estate, regalandoci un clima secondo me perfetto, né troppo caldo né troppo freddo. Si può restare così per altri 6 mesi? Mi sta venendo una gran voglia di mare, ma visto che ce l’ho parecchio lontano e non ho nessuna voglia di farmi oltre un’ora e mezzo di macchina per andare e tornare, che ultimamente in macchina ci sono stata un po’ troppo, mi accontenterò della mia campagna dedicandomi ai raccolti di erbe tradizionali del solstizio, come ad esempio l’iperico, con cui quest’anno voglio fare una tintura madre. In attesa che, calato un po’ il sole, sia il momento di salire in bici e andare a raccogliere i miei fiori, vi passo questa ricetta buona buona. Non mangio molti dolci in estate, che la frutta meravigliosa di questo periodo soddisfa quasi ogni mia voglia, ma le giornate piovose e più fredde delle scorse settimane, insieme ad un raccolto inaspettato, mi hanno riportata verso il forno.
L’ispirazione per questi muffin me l’ha data Katy, che un paio di settimane fa ha pubblicato un’ottima ricetta che nel suo caso conteneva le ciliegie. Io le ciliegie non riesco neanche a pensare di infilarle in un dolce o di processarle in qualsiasi modo che non sia semplicemente la mia masticazione e digestione. Mi sembrano frutti così buoni e preziosi (e costosi!!) che non posso fare altro che mangiarli così come sono, a quintalate possibilmente. Anche dei gelsi potrei dire lo stesso, ma il caso ha voluto che in una delle mie passeggiate con Urano abbia trovato un bell’albero di cui nessuno si cura, ai margini di un sentiero e di un campo incolto. E non vi dirò mai dov’è, che lì vicino c’è anche un grosso albero di fichi che sto monitorando e coccolando in attesa di agosto-settembre :-)
gelsi
Avevo già puntato un altro albero in attesa che i frutti maturassero, un grosso gelso bianco con radici ben piantate nel campo coltivato (e recintato!) di un tizio, con dei bei rami che sporgono sulla strada. Ero già pronta, al momento giusto, a farci una capatina nottetempo per ripulire per bene i suddetti rami, ma alla fine, grazie alla gradita scoperta della settimana scorsa, non ce n’è stato bisogno.
Solo con i frutti che la pioggia aveva fatto cadere sul terreno ho fatto un raccolto molto abbondante, il che mi autorizzava senz’altro a combinarci qualcosa in cucina. I muffin di Katy mi sono venuti subito in mente perchè senza zucchero, ho pensato che un frutto molto dolce ben si adattasse all’impasto di questi dolcetti. Meglio ancora sarebbe usare dei gelsi neri, ancora più dolci dei bianchi, o almeno così ho sentito dire visto che non ho mai avuto il piacere di assaggiarli. É proprio vero che, come si legge spesso a proposito dei gelsi, sono dei frutti dimenticati: se non si ha un albero a disposizione è davvero difficile trovarne sui banchi dei mercati o anche negli ipermercati più forniti, a meno di non essere in Sicilia, dove il consumo dei gelsi è più diffuso. Eppure sono molto ricchi di nutrienti e di effetti benefici per il nostro corpo: i gelsi bianchi, ad esempio, contengono molte proteine, oltre a tannini, vitamine A, C e vitamine del gruppo B, e hanno un altro contenuto di ferro. Sono poi una buona fonte di fibre, potassio, magnesio e manganese. I gelsi bianchi sono tradizionalmente conosciuti in medicina naturale come tonico per i reni e per curare stanchezza, debolezza e anemia; promuovono livelli di glucosio sani e un assorbimento ottimale dei carboidrati, oltre ad avere azione antibatterica soprattutto verso i batteri responsabili delle carie dentali. Insomma, un qualcosa di molto dolce ma che non minaccia né la vostra glicemia né i vostri denti! Questo ovviamente vale per i frutti mangiati al naturale, quando li infiliamo in un impasto da muffin le cose cambiano leggermente…ma quanto sono buoni?!
muffin_gelsi
Il dolcificante principale in questa ricetta è il malto di riso. Katy tra gli ingrendienti elenca anche l’olio di riso, ma dato il costo molto elevato ho preferito sostituirlo con l’olio di girasole (se avete l’olio di riso però usatelo pure, come anche se avete un altro tipo di malto).

// Muffin con more di gelso bianche //

°° Ingredienti °°

Per 12 muffin abbondanti:

  • 260 grammi di farina semintegrale
  • 65 grammi di farina di mandorle (che potete ottenere dalle mandorle intere)
  • 200 grammi di more di gelso bianche o nere
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro (lievito naturale)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 300 ml di latte di riso
  • 165 grammi di malto di riso
  • 100 ml di olio di semi di girasole
  • il succo di mezzo limone
  • mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in polvere
  • 1 mela piccola (circa 120 grammi)
  • un pizzico di sale
  • facoltativo: zucchero di canna aromatizzato alla vaniglia bourbon per guarnire
Se non avete già una farina di mandorle, tritate 65 grammi di mandorle intere tramite un tritatutto di grandezza adeguata: sempre meglio farsela al momento, la farina! Unitela alla farina semintegrale (di grano, di farro, come la preferite) in una grossa ciotola, e aggiungete anche il lievito e il bicarbonato setacciati. Miscelate bene il tutto.
In un frullatore o nel bicchiere del minipimer versate l’olio, il latte, il malto, la vaniglia, il succo di limone, un pizzico di sale e unite anche la mela sbucciata e tagliata a dadini. Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo e unitelo agli ingredienti secchi, in un buco a fontana, mescolando brevemente con una frusta dal centro verso l’esterno, per non formare grumi.
Unite i gelsi tenendone da parte 36, tre per ogni muffin. Versate l’impasto nei pirottini che avrete sistemato in una teglia da muffin o in degli stampini singoli, riempiendoli fin quasi al bordo. Infilate sulla superficie di ogni muffin 3 gelsi e infornate in forno già caldo a 180° per 25-35 minuti, facendo la prova dello stuzzicadenti prima di sfornare: quando infilando lo stecchino nel muffin ne esce secco, potete interrompere la cottura. Lasciate raffreddare prima di sformarli e assaggiarli, se ce la fate.
Se non vi importa di non utilizzare zucchero, potete cospargere la superficie dei muffin con zucchero di canna aromatizzato alla vaniglia bourbon prima di infornare. Io ne avevo delle bustine in dispensa che mi avevano regalato tempo fa e ho pensato che ci stesse bene. Se vi avanzasse dell’impasto foderate con carta da forno una piccola teglia da plumcake e fatene una minitortina bassa.

Graciela, questa sarebbe stata la merenda che avrei portato per la nostra ricerca di erbe del solstizio…che dici, li rifaccio per la prossima volta che ci vediamo? :-)

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

9 Risposte a Muffin con more di gelso bianche

  1. Martina ha detto:

    RIvedere queste more di gelso mi fa risalire tutta l’invidia che ti avevo già espressa!!! Non sai quanto le stia cercando … manca solo che mi infili clandestinamente in qualche giardino privato e poi le ho tentate tutte! Per ora nemmeno una piccola piccola, bianca o nera, è finita tra le mie mani. Però i tuoi muffin sembrano così buoni che per il momento credo di potermi accontentare :)
    ps: confesso che mi hai spiazzata! Ero andata sicura verso una raccolta di erbe dai poteri benefici. Ingenua io!!!
    pps: Il fico che tengo sott’occhio saluta il tuo, dicendogli di fare il bravo e regalarti tanti bei frutti :)
    Buona giornata raccoglitrice e buona colazione

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      E io invidio le tue ciliegie! Che puoi benissimo mettere nei muffin al posto dei gelsi, come ha fatto Katy nella sua ricetta.
      Capisco perché ti ho spiazzata, non è da me non parlare di erbe al solstizio, ma è perché durante il solstizio le erbe le raccolgo! Quindi per documentare il tutto mi ci vuole un’altra settimanella, ho in serbo qualcosa per lunedì prossimo, tranquilla :-)

  2. Francesca P. ha detto:

    Non c’è una volta in cui non mi fai venire lavogliadi… :-) Oggi è il turno delle more di gelso, quelle scure hanno accompagnato tante merende siciliane ma quelle bianche mai provate… nè viste, sigh! Mi chiedo come sia possibile che nessuno dia attenzione a quell’albero, è proprio vero che tante persone non hanno gli occhi… ma tu per fortuna sì! A proposito di alberi preziosi, ieri – solo ieri – ho scoperto che nel mio giardino condominiale ce ne sono due: di nespole e di albicocche! Avevo una tale ricchezza a due passi e non lo sapevo! Di giorno mi sono contenuta e ho preso solo 4-5 frutti, ma di notte, come i gatti… ;-)

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Arrrgh, l’albero di albicocche! Un altro dei miei sogni nel cassetto! Sei assolutamente autorizzata a farne razzia nottetempo…mica le albicocche del tuo ultimo post vengono da lì? Di certo dal tuo ultimo post arriva lavogliadi, così, come un’unica parola, che coi miei gelsi ci sta gran bene :-)

      • Francesca P. ha detto:

        No, non vengono da lì perchè la granita l’ho fatta giorni fa e la sorpresa-albero è arrivata solo ieri… però adesso pensa quanto sono incitata a rifarla con l’idea – quasi quasi, lavorando di fantasia – di stare in campagna a raccoglierle! Oggi ho notato che tanti frutti maturi sono caduti per terra, quindi devo sbrigarmi! :D Magari avere insieme qualche tua mora, mi hai acceso un’ulteriore coppia da abbinare!

        • Claudia_GranoSalis ha detto:

          Pochi giorni fa ho visto tutto chiuso nel recinto di un giardino di paese inaccessibile un mega-albero strapieno di palline arancioni, sia sui rami che per terra! Non sai quante! E nessuno le raccoglieva! M’è venuta una rabbia…
          Albicocca e gelso bianco mi sa che stanno gran bene!

  3. Cami ha detto:

    Che meraviglia Claudia :)

    I gelsi li adoro ed io li ho solo essiccati, purtroppo freschi qui non li trovo e non sai quanto te li invidio…
    I muffin sono stupendi e devono essere una delizia davvero spettacolare :)
    Brava anche Katy per averti fornito diciamo l’imput per creare queste delizie ^_^

    • Claudia_GranoSalis ha detto:

      Ciao Cami!
      Anche essiccati i gelsi sono una vera droga, li conosco…potrebbero starci benissimo nei muffin, preventivamente reidratati, ma sono così buoni da mangiare al naturale e poi costano così tanto che non so se vale la pena…io ne avevo abbondanza di questi freschi, così ne ho fatto un dolce. Grazie anche a Katy che istiga alla pasticceria, ovvio :-)

  4. […] Claudia di Grano Salis prepara deliziosi muffins con i dolcissimi gelsi bianchi. Pronti in meno di mezz’ora tra […]

Leave a reply