Archivi per la Categoria: Salse e condimenti

Capperi sotto sale – Autoproduzione (tardiva) di Agosto

capperi
Assaperlo prima! É un po’ tardi per quest’autoproduzione, non l’avevo pianificata per niente e per questo mese avevo pensato a ben altro, poi…poi ho visto quel vecchino col bicchiere raccogliere qualcosa dalle mura del paese, mentre tornavo a casa molto lentamente in macchina, molto lentamente perché in coda all’ennesima ape cross anni ’80 puzzona o all’ennesimo automobilista timorato a passo d’uomo, due esemplari mooolto comuni da queste parti. Fatto sta che quel vecchino mi ha fatto rendere conto di quante millemila piante di capperi ci siano aggrappate alle vecchie pietre che circondano il paese. E visto che non stiamo parlando delle Mura Aureliane a Roma, che saranno sì piene di capperi, ma non voglio manco sapere che cosa ci sta attaccato sopra quelle foglie e fiori, ho pensato che una bella raccolta ci stesse proprio. read more

Fleur de sel aromatizzato al limone e alga nori – Autoproduzione di Giugno

fiordisale_nori
Eh sì, sono stata un po’ assente, lo so. In aggiunta alla solita mole di lavoro e sbattimenti di questo periodo, mi sono presa un weekend di fuga in cui, oltre a incontrare finalmente il mare in una splendida mattinata ventosa di sole, me ne sono andata a celebrare la notte di San Giovanni in un luogo che più adatto non si poteva, in mezzo ai boschi, intorno a un enorme falò tra giri vorticosi, musica popolare e rami di artemisia bruciati, il tutto illuminato dalla enorme luna piena del 23 giugno e dalle lucciole. Volevo fare proprio durante quella notte la mia raccolta annuale di iperico, ma la ricerca delle erbe partiva non prima delle 3, all’ora in cui la rugiada inizia a posarsi sulle piante, e dovendomi fare un’ora e mezza di strada fino a Roma (ero io quella sobria che doveva riportare a casa tutte le altre streghette) e avendo pure la sveglia presto per farmi altre 2 ore e mezza di autostrada per tornare a casa mia, beh, ho dovuto scegliere tra aspettare la rugiada o scampare al colpo di sonno. L’iperico lo trovo anche dietro casa, non sarà il giorno rituale di raccolta, ma me lo faccio andare bene lo stesso!read more

Capperi di tarassaco sotto sale – Autoproduzione di Marzo

capperi
La settimana scorsa ve l’ho già anticipato che il tarassaco sarebbe stato il protagonista dell’autoproduzione di Marzo. Questa ricetta mi ha stuzzicata subito, anche se è stato difficile metterla in pratica visto che, nonostante abiti in piena campagna, non riesco a trovare una fonte affidabile di tarassaco da queste parti. Adesso è pieno dappertutto di quei fiori gialli che tanto ci somigliano, ma che tarassaco non sono (io mi illudo ogni volta e invece no), ce ne sono una miriade, non so neanche come si chiami la pianta e se sia commestibile. Vabbè, non serviranno ai nostri scopi, ma sono davvero uno spettacolo in questi giorni, se ci passeggiate in mezzo è tutto un brulicare di api che non aspettavano altro che sbocciassero.read more

Sale aromatico alle erbe – Autoproduzione di febbraio e approfondimenti sui minerali

sale_aromatico
Per l’autoproduzione di febbraio ho pensato di regalarvi un bel sale integrale aromatizzato alle erbe. Facile facile, a portata di tutti, buono e saporito. Ecco, avrei voluto farvi tutto un discorso sul sale, poi mi sono arenata nel bel mezzo di una ricerca senza riuscire a trovare un punto di vista che mi convincesse davvero, poi però l’ho trovato e quindi eccomi qui. Chiaro no?.
Sono anni che ho abbandonato il sale raffinato da supermercato per scegliere invece di utilizzare sale marino integrale, che in Sicilia ad esempio si produce in abbondanza, come anche al sud della Francia o sulle coste atlantiche. Dove sta la differenza? In pratica il comune sale da supermercato, che si ottenga dall’acqua di mare e si chiami quindi sale marino o che si ottenga dall’estrazione mineraria e sia quindi salgemma, viene raffinato chimicamente e il risultato finale è una sostanza composta al 98% da cloruro di sodio e per il restante 2% da zozzerie varie, tipo antiagglomeranti, sbiancanti e altre chimicate piuttosto inutili nonché dannose.read more

Ricca insalata d’inverno e festeggiamenti

insalatona
Oggi è un giorno di festa! E cosa c’è da festeggiare il 31 gennaio, vi starete magari chiedendo? Oggi si chiude ufficialmente la stagione della caccia 2012-2013, e oltre a essere una buona notizia per chi in generale è sensibile all’argomento, lo è in modo particolare per chi vive in campagna, ancora di più per chi vive nella campagna toscana e in maniera esponenziale per chi vive nella campagna senese, forse la provincia col più alto numero di cacciatori del centro Italia. Oltre alle ovvie perdite tra la fauna selvatica, quest’anno la stagione venatoria ha causato almeno 113 vittime tra morti e feriti, e dico almeno perché sono dati aggiornati al 25 dicembre. Molte di queste vittime sono a loro volta cacciatori colpiti da “fuoco amico”, o figli minorenni portati alle battute di caccia e vittime accidentali magari proprio del loro stesso genitore, e molte atre invece sono persone che con la caccia non c’entrano proprio niente, cercatori di funghi, amanti dei boschi, gente che semplicemente passeggiava da sola o in compagnia del proprio cane, come faccio io tutte le mattine nel bosco e tra i campi dietro casa. read more

Puglia Mon Amour – Orecchiette fatte in casa alle cime di rapa

orecchiette
Le mie due relazioni d’amore più lunghe, tra cui quella tuttora in corso, hanno entrambe avuto come protagonisti uomini di origini pugliesi, il che ha avuto la piacevolissima conseguenza tramite loro e i loro genitori, di entrare a contatto con ogni sorta di cose buonissime appartenenti alla cucina regionale in questione. Ho quindi avuto la fortuna di poter gustare orecchiette sapientemente impastate e strascinate da autentiche mani salentine, focacce alte, soffici e goduriose e autentici panzerotti pugliesi prodotti con amore da grandi mani di San Ferdinando di Puglia, oltre a venire a conoscenza della splendida favetta e cicoria. E ce ne sono ancora di cose da scoprire!read more

Senape fatta in casa – Autoproduzione di gennaio

senape
Vi eravate mica dimenticati dell’appuntamento con l’autoproduzione? Io no di certo, ero qui che tramavo nell’ombra pensando a cosa proporvi questo mese, sperimentando e fotografando, e alla fine ho deciso per questa bella salsa di senape. Fino a due-tre anni fa la senape non sapevo neanche cosa fosse, adesso non manca mai nel mio frigo. Principalmente la uso per preparare salsine per condire le insalate, tipo il condimento alle foglie di sedano che ho pubblicato a ottobre o delle vinaigrette alla francese che magari vi proporrò più avanti. Riconosco che usata da sola ha un sapore un po’ troppo forte per la maggior parte delle persone, me compresa, ma unita ad altri ingredienti aggiunge quella nota caratteristica piccante e saporitissima che vale la pena di provare. read more

Salsa cruda per insalata al peperone rosso e zenzero


Questo blog nelle ricette proposte segue dichiaratamente la stagionalità dei prodotti utilizzati…e allora com’è possibile un post con una salsa ai peperoni il 7 novembre? Vi giuro che non li ho presi dagli scaffali del supermercato freschi di serra (freschi per modo di dire), ma sono stati colti durante la mia ultima visita direttamente dalle piante di Marcello e Lucy nei loro campi sotto Lucignano. Quindi assolutamente spontanei, non trattati e a km 0, anzi a km 20, per mettere la giusta distanza tra casa mia e l’azienda agricola. read more

Condimento per insalata alle foglie di sedano e mandorle


Chi si ritrova a mangiare parecchia insalata, praticamente a ogni pasto, oppure ha l’intento di iniziare a mangiarne di più, può aver bisogno di tirare fuori un po’ di fantasia per avere ogni giorno un dettaglio differente che renda più vario e appetitoso il proprio pasto. C’è anche chi ne ha fatto una sfida: di recente ho conosciuto Salad Pride, un blog inglese a cui l’autore ha dato vita per raccogliere le ricette di insalata che quotidianamente portava in ufficio da casa e che i suoi colleghi avevano iniziato ad invidiargli. Per lui era un modo di rendere la sua pausa pranzo più sana e nutriente, poi ha iniziato a condividere le ricette sul blog fino a darsi la sfida di proporre una nuova insalata ogni giorno per un anno, sempre fotografata sul tavolo della sua postazione di lavoro. Per dirvi che l’insalata, lungi dall’essere un piatto banale, si presta a mille elaborazioni e accoppiamenti insoliti e fantasiosi.read more

Insalata cruda di cavolo nero e tarassaco con salsa al tahin e miso


Questo settembre appena passato mi è piaciuto parecchio. L’afa e l’aridità della passata stagione sono state spazzate via da piogge e temporali, colorando di nuovo di verde i prati, disegnando nel cielo nuvole dai contorni decisi e rendendo l’aria estremamente piacevole e leggera. Mi piace l’equilibrio della primavera e dell’autunno, mi ci sento a mio agio.
Di solito si raccoglie in primavera, ma la scorsa settimana in giro ho trovato delle piante giovani e verdissime di tarassaco, che ho unito in un’insalata autunnale con le prime foglie di cavolo nero.read more