Archivi per la Categoria: Insalate

Puntarelle alla romana, o quasi

puntarelle
I can’t stand the rain, cantava Ann Peebles negli anni ’70. Mi gira nella testa da stamattina, questa canzone, come penso giri nella testa di tanti altri in questi giorni, magari insieme a Ain’t no sunshine o Aspettando il sole. Non so voi, ma io proprio non la sopporto più davvero questa pioggia. In città forse è più emotivamente sostenibile rispetto alla campagna (anche se, lo so, sta creando un sacco di problemi, l’avete viste le foto del Tevere in questi giorni? Impressionante..), dove dopo un po’ il grigio e l’umido diventano davvero implacabili e la metereopatia, per lo meno la mia, prende il sopravvento senza possibilità di fuga. In verità le possibilità di fuga si trovano sempre, una è proprio la musica, cheddiolabenedica, un’altra è la cucina, il rifugiarsi in un’aroma confortante, in un cibo dal colore vivace e intenso, in un sapore che appartiene all’inverno ma che sa di primavera. Proprio come le puntarelle.read more

Insalata di fagiolini e pomodori con semi di girasole e fleur de sel aromatico

pomodori_fagiolini
Quanti di voi saranno in macchina o su un treno viaggiando verso mete vacanziere e guardando il paesaggio che scorre, costellato di immensi campi di girasole fioriti? Ecco, io mi sa che quest’anno non mi muovo di qui, tanti blog in questi giorni salutano i loro lettori per la pausa estiva, io invece non vi abbandono, contenti? Magari contenti voi, io un po’ meno :-). Comunque, non sarò in viaggio verso il mare e il clima godereccio delle vacanze, ma i campi di girasole mi circondano comunque, maestosi, forti del loro giallo sfacciato, come il sole cocente di questi giorni.read more

Insalata di farro monococco con crema di taccole e mandorle

monococco-taccole
Sono letteralmente circondata da campi di grano ormai spigato, che inziano a imbiondire anticipando il periodo giallo di cui vi ho parlato l’anno scorso. Bellissimo guardarli, bellissimo quando il vento ci passa attraverso riempiendo l’aria di quel fruscio inconfondibile e disegnando onde che si muovono armoniche in quel mare verde brillante. Un po’ meno bello sapere che quei campi sono stati diserbati, disinfestati e fertilizzati chimicamente, proprio fuori dalla porta di casa mia. Ma pure fosse stato a centinaia di chilometri non mi avrebbe lasciata indifferente. E che i semi da cui è nato quel grano non sono stati semplicemente selezionati nel tempo, ma sono stati ottenuti tramite manipolazione genica per irraggiamento allo scopo di ottenere una varietà che privilegiasse la resa a discapito del loro valore nutrizionale. Così sono la maggior parte dei campi qui intorno, ma non tutti…read more

Insalata verde-rosa con ravanelli sbagliati

ravanelli_sbagliati
Che io sia un’amante della natura penso si sia ampiamente capito. Ma questo non va necessariamente a braccetto col pollice verde, che proprio mi manca del tutto. Allo stesso modo un amante della buona cucina non è detto sia anche un abile cuoco, magari uno adora il cibo in ogni sua manifestazione ma poi non è capace di preparare neanche una pasta al sugo. Col sugo pronto. Ecco, questo per dire che le piante in casa mia fanno tutte irrimediabilmente una brutta fine, prima o poi. Quest’anno ho voluto finalmente iniziare a sfruttare il fatto di avere un giardino per piantare qualcosa di commestibile, ho preso i vasi pieni di piantine ormai rinsecchite da un bel po’ e li ho riempiti di terra nuova e semini di basilico, prezzemolo, rucola e ravanelli. I germogli sono spuntati e fin qui tutto bene, o quasi…mi sa che mi è scappato qualche seme di troppo!read more

Insalata di finocchi borderline con maionese di pinoli

finocchi_pinoli
La scorsa settimana vi ho detto che vi avrei raccontato qualcosa riguardo a questi mille spostamenti del blog da server a server. Beh, è successo semplicemente questo: GranoSalis aveva una stanzetta in una casa condivisa in Francia, con l’affitto pagato per un anno, l’affitto era lì lì per scadere e quindi o pagava un altro anno o veniva sfrattato. Si dà il caso che PuroCrudo avesse preso una bella casa spaziosa su una nuvoletta in Italia, che si poteva ingrandire e rimpicciolire a piacimento e ha detto: “Ma dai, vieni a stare con me che c’è posto!”. E allora vai di trasloco. Ma il tutto è durato ben poco, che PuroCrudo neanche ha iniziato ad arredare casa che già se la sente stretta e ha deciso di prendere una grossa casa tutta per sé in Francia, per contenere tutta la sua futura espansione. Ormai a GranoSalis l’aveva invitato ad abitare insieme, e che fai lo cacci? E arivai di trasloco.read more

Misticanza di foglie e fiori di Pratolina, Pimpinella, Tarassaco, Piantaggine e Violetta

misticanza
21 Marzo finalmente! Giorno-uguale-notte, in perfetto equilibrio. Da domani le ore di luce avranno la meglio e potremo iniziare a lasciarci alle spalle questo lungo inverno. Mi è sempre piaciuto festeggiare l’arrivo della Primavera, molto più di altre ricorrenze “istituzionali” e quest’anno ne sento un particolare bisogno. L’inverno mi è sembrato lunghissimo, parecchio avido di sole e abbastanza faticoso. Mi sono dovuta mettere alla prova in tante cose nuove e sento un gran bisogno di una bella carica di energia vitale, di un’esplosione di colori e di odori, di luce e calore, di verde prepotente che invade tutto.read more

Ricca insalata d’inverno e festeggiamenti

insalatona
Oggi è un giorno di festa! E cosa c’è da festeggiare il 31 gennaio, vi starete magari chiedendo? Oggi si chiude ufficialmente la stagione della caccia 2012-2013, e oltre a essere una buona notizia per chi in generale è sensibile all’argomento, lo è in modo particolare per chi vive in campagna, ancora di più per chi vive nella campagna toscana e in maniera esponenziale per chi vive nella campagna senese, forse la provincia col più alto numero di cacciatori del centro Italia. Oltre alle ovvie perdite tra la fauna selvatica, quest’anno la stagione venatoria ha causato almeno 113 vittime tra morti e feriti, e dico almeno perché sono dati aggiornati al 25 dicembre. Molte di queste vittime sono a loro volta cacciatori colpiti da “fuoco amico”, o figli minorenni portati alle battute di caccia e vittime accidentali magari proprio del loro stesso genitore, e molte atre invece sono persone che con la caccia non c’entrano proprio niente, cercatori di funghi, amanti dei boschi, gente che semplicemente passeggiava da sola o in compagnia del proprio cane, come faccio io tutte le mattine nel bosco e tra i campi dietro casa. read more

Condimento per insalata alle foglie di sedano e mandorle


Chi si ritrova a mangiare parecchia insalata, praticamente a ogni pasto, oppure ha l’intento di iniziare a mangiarne di più, può aver bisogno di tirare fuori un po’ di fantasia per avere ogni giorno un dettaglio differente che renda più vario e appetitoso il proprio pasto. C’è anche chi ne ha fatto una sfida: di recente ho conosciuto Salad Pride, un blog inglese a cui l’autore ha dato vita per raccogliere le ricette di insalata che quotidianamente portava in ufficio da casa e che i suoi colleghi avevano iniziato ad invidiargli. Per lui era un modo di rendere la sua pausa pranzo più sana e nutriente, poi ha iniziato a condividere le ricette sul blog fino a darsi la sfida di proporre una nuova insalata ogni giorno per un anno, sempre fotografata sul tavolo della sua postazione di lavoro. Per dirvi che l’insalata, lungi dall’essere un piatto banale, si presta a mille elaborazioni e accoppiamenti insoliti e fantasiosi.read more

Insalata cruda di cavolo nero e tarassaco con salsa al tahin e miso


Questo settembre appena passato mi è piaciuto parecchio. L’afa e l’aridità della passata stagione sono state spazzate via da piogge e temporali, colorando di nuovo di verde i prati, disegnando nel cielo nuvole dai contorni decisi e rendendo l’aria estremamente piacevole e leggera. Mi piace l’equilibrio della primavera e dell’autunno, mi ci sento a mio agio.
Di solito si raccoglie in primavera, ma la scorsa settimana in giro ho trovato delle piante giovani e verdissime di tarassaco, che ho unito in un’insalata autunnale con le prime foglie di cavolo nero.read more

Insalata cruda di zucchine e wakame

zucchine_wakame
Estate e cibo crudo vanno indubbiamente molto d’accordo. Soprattutto quest’anno, che col caldo ci sta andando giù pesante. Sapete qual’è una delle denominazioni  della zona in cui vivo? Deserto di Accona. Il nome deserto vi suggerisce qualcosa? Ecco, per dirvi che da queste parti il caldo estivo si fa sentire di brutto. read more