Babaganoush

Babaganoush
Ma come, siamo al 25 di agosto, tra due giorni me ne parto per almeno due settimane e non ho ancora postato nessuna ricetta con le melanzane?! Faccio pubblica ammenda e rimedio subito, con una cremina spalmabile buonissima e fresca, perfetta per questi ultimi (si spera) pranzi afosi. Anche questa l’ho trovata su Il gusto della gioia (di cui vi ho già parlato nel post del Gazpacho), e la ripropongo qui senza variazioni negli ingredienti, che trovo perfetti così come sono.
Oggi la faccio breve e vi dò subito questa deliziosa ricetta mediorientale, una delle tante che credo affolleranno questo blog…

// Aggiornamento luglio 2015 //

Viste le temperature assurde di questi giorni di accendere il forno proprio non se ne parla…ma visto che avevo una voglia tremenda di babaganoush, ho sperimentato la cottura a vapore delle melanzane, e il risultato è ottimo! Sono un pochino meno saporite, ma la differenza è ben poca cosa e soprattutto vi salva dalla sauna totale in cucina. Vi basterà tagliare le melanzane a tocchetti un po’ più piccoli (se la buccia è molto spessa meglio pelarle) e cuocerle a vapore una decina di minuti, finché saranno morbide. Ricordatevi poi di scolarle bene prima di metterle nel mixer, o anche no, se volete una crema più fluida, e di mettere un po’ più di sale alla fine visto che non le salate in cottura.

// Babaganoush //

°° Ingredienti °°

  • 1 kilo di melanzane (circa 3 melanzane grandi)
  • 2 cucchiai e mezzo di tahin (crema di sesamo)
  • il succo di mezzo limone medio-piccolo
  • un quarto di spicchio d’aglio
  • qualche pomodoro ciliegino o datterino
  • abbondante prezzemolo fresco
  • olio e.v.d’oliva
  • sale
Potete pelare le melanzane o anche no. A me la buccia non disturba, soprattutto perché per fare questa crema uso quelle bianche tonde con le striature violacee, che hanno una buccia chiara e molto sottile. Comunque, le melanzane vanno tagliate a cubettoni grossi, di 1-2 centimetri, condite con poco olio e sale e messe in forno a 180° per circa 40 minuti, finché non saranno completamente morbide
Fatele freddare, poi frullatele in un robot da cucina con il tahin, il succo di limone, l’aglio, un cucchiaio d’olio e sale quanto basta fino ad ottenere un composto cremoso. Trasferite la crema in una ciotola e aggiungete i pomodori tagliati a dadini e il prezzemolo tritato molto fine.

Tempo fa ho cotto delle melanzane in padella con cipolla e curcuma e, lo devo ammettere, non sono venute un granché, erano piuttosto insipide, anche perché erano le primissime melanzane. Mi sono detta che il modo migliore per salvarle era provare a farci il babaganoush, ed essendo che loro erano piuttosto acquose, mi è venuta una salsina un po’ più fluida, che non si spalmava proprio benissimo. L’ho messa sulle carote crude grattuggiate…buonissima!!! Insomma, se seguite questo tipo di preparazione, o semplicemente allungate il classico babaganoush con un filo d’acqua, avrete un’ottima salsina da mettere su verdure cotte e crude come condimento.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!

Leave a reply