Archivi per il Mese: gennaio 2015

Burro di mandorle fatto in casa

burro_mandorle
Sono di poche parole ultimamente, forse perchè passo troppo tempo al computer ad arrovellarmi il cervello e ingobbirmi sullo schermo per modificare il codice del futuro nuovo template di Granosalis. Nonostante lo sbrocco che mi viene quando non riesco a fare delle cose, cercando disperatamente la dicitura giusta per spostare più in alto o più in basso quel box newsletter maledetto, con la finestra di Firefox aperta per esplorare il codice e altre 15 finestre che affacciano su forum di smanettoni, provo un insano piacere quando riesco magicamente a muovere un certo elemento, cambiare colore a un altro, allineare il testo di qua o di là. read more

Biscotti friabili senza zucchero

biscotti_sugarfree
Questa ricetta è per Francesca, che è da poco approdata qui e che sulla pagina facebook di GranoSalis, oltre ad avermi fatta gongolare dichiarando il suo innamoramento per il blog, mi ha chiesto se avessi pubblicato ricette di biscotti semplici senza zucchero, che voleva cucinare per la sua bambina. E resami conto che non ce n’era neanche l’ombra nella categoria dei dolci, ho deciso di rimediare subito e di tirare fuori qualcosa di buono, che magari oltre a lei può interessare pure a qualcun altro.read more

Polenta taragna con verza e cannellini

polenta_taragna
In questo inizio 2015 io e il grano saraceno siamo andati parecchio d’accordo. La sua ottima farina è riuscita addirittura nell’impresa di farmi piacere la polenta, che non ho mai amato. Il mio lui, che di origine è sì pugliese, ma è nato e cresciuto a Milano, me ne tesse le lodi da sempre, ma io ancora adesso in quel miscuglio di acqua e farina di mais non riesco a trovare granché. Da lui ho preso molto più volentieri le tradizioni culinarie pugliesi, e se mi seguite da un po’ vi ricorderete i post della serie Puglia Mon Amour, parte prima, seconda e terza. Vuoi mettere la polenta con le orecchiette?read more

Pane di grano saraceno

pane_saraceno
Mi piace gennaio.
Il suono del suo nome, questa sua aria di nuovo inizio, il suo essere così essenziale. La stagione della caccia finalmente prossima alla fine, i nuovi progetti che sotto terra già si muovono, i grossi rami spogli delle querce illuminati dal rosso del tramonto.
Mi piace questo gennaio toscano, il vento freddo che ha spazzato via ogni residuo del vecchio anno per lasciar penetrare in profondità i raggi del sole, sempre presente in queste giornate sotto zero.read more