Archivi per il Mese: febbraio 2013

Vegan plumcake al succo di carote e cioccolato

torta_succo_carote
C’è voglia di dolci nell’aria. Un po’ perchè st’inverno c’ha un po’ stufato a tutti, un po’ per questo clima di incertezza che aleggia nell’aria in questo periodo, in questi giorni e soprattutto stasera. Una certa voglia di coccolarsi un po’ direi che ci sta tutta, io almeno ne ho, se ne avete pure voi questa ricetta vi darà una mano :-)
Di torte alle carote magari ne avrete già preparate o per lo meno mangiate, ma magari impasti con il succo di carote non vi è ancora capitato di sperimentarne e anche io questo qui l’ho scoperto da poco. É un dolce buono, morbido e semplice; nella ricetta originale che ho trovato viene consigliata la farina manitoba, ma io l’ho provato anche con metà farina semintegrale di grano del faraone e metà farina di riso e non mi è sembrato che ci fosse questo maggior bisogno di glutine per la riuscita del plumcake, quindi variate pure le farine come volete.read more

Sale aromatico alle erbe – Autoproduzione di febbraio e approfondimenti sui minerali

sale_aromatico
Per l’autoproduzione di febbraio ho pensato di regalarvi un bel sale integrale aromatizzato alle erbe. Facile facile, a portata di tutti, buono e saporito. Ecco, avrei voluto farvi tutto un discorso sul sale, poi mi sono arenata nel bel mezzo di una ricerca senza riuscire a trovare un punto di vista che mi convincesse davvero, poi però l’ho trovato e quindi eccomi qui. Chiaro no?.
Sono anni che ho abbandonato il sale raffinato da supermercato per scegliere invece di utilizzare sale marino integrale, che in Sicilia ad esempio si produce in abbondanza, come anche al sud della Francia o sulle coste atlantiche. Dove sta la differenza? In pratica il comune sale da supermercato, che si ottenga dall’acqua di mare e si chiami quindi sale marino o che si ottenga dall’estrazione mineraria e sia quindi salgemma, viene raffinato chimicamente e il risultato finale è una sostanza composta al 98% da cloruro di sodio e per il restante 2% da zozzerie varie, tipo antiagglomeranti, sbiancanti e altre chimicate piuttosto inutili nonché dannose.read more

Rivoluzione Verde e Primavera Silenziosa

diserbante_5
Oggi niente ricette, ci facciamo due chiacchiere. Che cucinare è tanto bello e divertente, ma ogni nostro pasto quotidiano, per quanto semplice possa apparire, implica delle scelte e quelle scelte vanno prese con consapevolezza perché hanno delle conseguenze, per noi stessi e non solo.
Partiamo dalla foto qua in alto, che ci introduce a uno dei più tristi spettacoli che è possibile vedere nelle aree coltivate in ogni parte del mondo tra il raccolto e la semina, qui in Italia in autunno e in inverno. In primo piano c’è un campo diviso a metà da una linea netta, da un lato una coltivazione di alberi da frutto con prato incolto visibilmente verde, dall’altro un campo di un colore strano, tra il rossiccio e il marrone-arancio. Ho imparato in quest’ultimo anno che quello è il colore dei campi trattati con erbicidi chimici. read more

Pane di segale e grano del faraone

pane_segale_faraone
Sabato scorso c’è stato il Pasta Madre Day, tantissime iniziative libere e gratuite in tutta Italia con spaccio generalizzato di pezzetti di pasta madre che hanno trovato una nuova casa e nuovi batteri nell’aria a rendere unica ogni pallina in fermento. Qualcuno ha partecipato?
Io ho avuto le mie esperienze con la pasta madre per qualche anno, è stato un po’ un rapporto di amore-odio, perché non ci ho mai saputo fare granché con la mia…ho avuto le mie soddisfazioni, sì, ma anche svariate delusioni. Ma è stato divertente e stimolante, questo senza alcun dubbio, e se fossi andata avanti di certo avrei potuto migliorare. Il fatto è che a un certo punto ho deciso di ridurre gradualmente ma drasticamente i cereali nella mia alimentazione, più che altro i farinacei, ritenendo in generale che non siano tra gli alimenti migliori per il corpo umano, e in particolare per il mio. read more